Passa ai contenuti principali

Cooperativa Rinascita Decreto Sicurezza emanato dal Governo Cinque Stelle a trazione Lega mette in discussione i principi fondamentali della Costituzione Italiana

Il Decreto Sicurezza emanato dal Governo Cinque Stelle a trazione Lega mette in discussione i principi fondamentali della Costituzione Italiana e viola, in maniere evidente, i principali diritti umani sanciti dalla Convenzione di Ginevra.
Abbiamo la necessita di scendere nella piazze, di parlare con la società civile e smontare le bugie e i luoghi comuni che tutti i Ministri di questo governo, insieme ai loro Sottosegretari ed ai loro Parlamentari da mesi ormai propinano all’opinione pubblica.

Bugie che non servono altro che ad aumentare paure e fobie inesistenti.
Sentiamo il dovere di tutelare i diritti degli ultimi, dei migranti, delle donne vittime di tratta, dei migranti con gravi vulnerabilità. Lo abbiamo sempre fatto e non smetteremo certo per via di un decreto ingiusto.
Già oggi decine di nuclei familiari con minori a carico rischiano di rimanere in mezzo alle strade, nelle stazioni perché il loro permesso di soggiorno non potrà essere rinnovato per decreto.
Una follia che non tiene conto delle reali condizioni dei migranti in Italia.
Sentiamo il dovere e la necessità di tutelare un sistema di accoglienza, lo SPRAR, che l’Europa ci invidiava per il rigore nella rendicontazione, per le buone prassi, per i risultati in termini interazione con i territori coinvolti conseguiti in 20 anni di sperimentazioni.
Lo smantellamento di tale sistema a favore dei grandi centri di raccolta senza alcuna regola nella rendicontazione e senza alcun principio di tutela dei diritti umani sono un passo indietro senza precedenti. L’accoglienza è destinata a diventare preda facile e ambita da parte delle mafie e della criminalità organizzata.
Le dichiarazioni degli ultimi giorni dei massimi rappresentanti del Governo fanno ancora di più comprendere, se ancora ce ne fosse bisogno, come Loro stessi non abbiano una minima conoscenza del fenomeno migratorio e delle conseguenze disastrose di questo decreto.
Molti migranti, fino a ieri regolari, si trasformeranno nel giro di poche settimane in migranti Irregolari, peraltro senza alcuna possibilità di essere rimpatriati cosi come prevede il decreto e come,da mesi, il Governo ripete ostinatamente.
Ci sarà invece un aumento sconsiderato dei migranti irregolari nei territori con un consistente aggravio dei costi per i Servizi Sociali dei Comuni che saranno costretti a prenderli in carico.
Esprimiamo la Nostra più grande solidarietà a quei Sindaci che in queste ore, coraggiosamente, rischiando il mandato, esprimono il loro disappunto ad un testo barbaro che distrugge ogni regola di buonsenso e crea disordine sociale.Siamo felici e che in queste ore molti Sindaci del Salento stiano esprimendo un netta posizione a favore dei diritti e della democrazia.
Noi intanto insieme ai Nostri Ragazzi in accoglienza, alla squadra di Calcio Rinascita Refugees, ai nostri operatori, alle nostre operatrici, ai Sindaci e alle Sindache degli Enti Locali titolari dei Progetti SPRAR di nostra gestione, saremo in piazza a ribadire che i confini sono di aria e luce e che tutti e tutte noi andremo avanti nella difesa dei diritti.
Sempre avanti.
Cooperativa Rinascita.

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Marzo 2019

Video Integrale
Caricamento

Galatina un cittadino si domanda le centraline per il controllo dell'aria che fine hanno fatto?

Salve, sono un semplice cittadino di Galatina Lecce. Prima dell'insediamento dell'Amministrazione Amante,si parla in campagna elettoriale di dislocare centraline dell'aria. Dove stanno? Scusate io,non le vedo.