Passa ai contenuti principali

Università del Salento nel team che ha lavorato al micro-satellite didattico “ESEO”

C’è anche un docente dell’Università del Salento nel team che ha lavorato al micro-satellite didattico “ESEO” (European Student Earth Orbiter) dell’ESA - Agenzia Spaziale Europea (capo progetto l’ingegner Piero Galeone): si chiama Giulio Avanzini e insegna Meccanica del Volo nei corsi del settore aerospazio del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione. Sviluppato come uno degli “hands-on programme” dell’ESA Academy dell’ESA Education Office, ESEO è stato lanciato in orbita ieri sera, 3 dicembre 2018, alle ore 19.34 CET dalla Vandenberg Air Force Base in California (USA). Si tratta
appunto di un micro-satellite costruito a scopo didattico con il coinvolgimento di più di 600 studenti (nel corso dell’intero programma) provenienti da moltissime Università europee: un’occasione per lavorare su un vero progetto spaziale con strumenti scientifici e personale specializzato. Gli studenti di Università di Estonia, Germania, Ungheria, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Spagna e Regno Unito sono stati protagonisti della fase finale del programma e del completamento dello sviluppo e testing del satellite. Per la realizzazione di ESEO, l’ESA ha collaborato con SITAEL spa, la più grande impresa a capitale privato italiano operante in ambito spaziale e leader mondiale nel settore dei piccoli satelliti.

Il professor Avanzini ha tenuto i corsi di Dinamica e Controllo di Assetto nelle tre edizioni del programma didattico di corsi formativi, e ha collaborato con i colleghi Fabrizio Giulietti e Paolo Tortora dell’Università di Bologna allo sviluppo delle leggi di controllo che permettono a ESEO di puntare i suoi sensori verso la Terra durante il volo nello spazio. «Una grande emozione ora e una bellissima esperienza allora, soprattutto grazie alla carica di entusiasmo degli studenti», commenta il docente UniSalento, «che hanno potuto confrontarsi con un ambiente in cui lavorano fianco e fianco partner istituzionali, di ricerca e industriali. I risultati del progetto saranno preziosi anche come contenuti per i nostri corsi di ingegneria, sperando che in un prossimo futuro, con la partnership di SITAEL, sia possibile cimentare anche i nostri studenti aerospaziali in sfide come quella di ESEO».

Giulio Avanzini è Ordinario di Meccanica del Volo e insegna all’Università del Salento “Flight Mechanics” (meccanica del volo), “Aircraft Design” (progetto di aeromobili) e “Atmospheric and Space Flight Dynamics” (dinamica del volo atmosferico e spaziale). Oltra alla collaborazione didattica nell’ambito del programma ESEO, ha insegnato Meccanica del Volo atmosferico e spaziale al Politecnico di Torino, all’Università “La Sapienza” di Roma, al Politecnico di Bari (sede di Taranto), alla University of Glasgow e alla University of Illinois at Urbana-Champaign.

In allegato le immagini:
1. Il satellite ESEO in orbita (Credit: ESA)
2. Il satellite ESEO durante le prove di compatibilità elettromagnetica, necessarie per garantire il funzionamento dei sistemi di bordo nello spazio (Credit: ESA)

Lecce, 4 dicembre 2018


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 21 Luglio 2019

Video Integrale
Caricamento

Galatina,prove tecniche per Galatina in fiore 2019

Ebbene si Galatina si prepara alla manifestazione tanto attesa dai cittadini, chiamata Galatina in fiore 2019,le prove tecniche si vedono in citta'.