Passa ai contenuti principali

Marino Bartoletti Così ho digerito facebook”

Marino Bartoletti, uno dei più noti e apprezzati giornalisti sportivi italiani che nella sua carriera ha diretto il Guerin Sportivo, fondato Calcio 2000, diretto la testata sportiva di Mediaset e della Rai, condotto La domenica sportiva, il Processo del lunedì, Pressing e ha ideato Quelli che il calcio sarà nel Salento apre a Poggiardo, per la rassegna PoggiardoIncontra, un minitour di presentazioni salentine del suo ultimo libro “Bar toletti 2. Così ho digerito facebook” – promosso da Libri di Acqua.


Bartoletti sarà a Poggiardo, martedì 20 novembre, alle ore 20.00, presso l’Hotel Tesoretto, nell’ambito della rassegna organizzata dalla Pro Loco, in collaborazione con l’Hotel Tesoretto e il patrocinio del Comune di Poggiardo, e dialogherà con Carlo Ciardo.

Bar toletti 2. Così ho digerito facebook” ha la prefazione di Vittorio Macioce e le tavole di Matitaccia.
Ci sono luoghi immaginari che non hanno un indirizzo sicuro. Ci arrivi seguendo certi corridoi invisibili dove approdi per affinità, per stanchezza, perché non ce la fai più a seguire le solite rotte, magari per affetto. Il bar di Marino Bartoletti è uno di questi. Eppure non è poi così difficile arrivarci. È lì, davanti a tutti, un po' come il binario 9 e 3/4 situato nella stazione di King's Cross, quello che porta a Hogwarts, quello di Harry Potter.

La magia dell'oste Bartoletti è portarti nel suo locale passando da Facebook, ma senza rinnegare la sua vita, senza svendersi, senza tagliarsi i baffi. I romagnoli sono testardi e non si fidano di chi rinnega la propria storia e si mette maschere da imbonitore. Quando mi fermo al Bar di Marino resto sospeso ad ascoltarlo e poi chiedo, mi intrigo, mi perdo, e come un bambino petulante ripeto: 'Raccontamene altre'. Allora lui mette su una vecchia canzone e mi dice bastardo: 'Non sono Guccini'. Ma le parole arrivano lo stesso...
Anche quest'anno Vittorio Macioce ha regalato la sua prefazione al "Bar Toletti".


Rimarcando la "rigorosa originalità" di quello che vi viene raccontato. Se nel primo libro l'autore aveva affrontato "con pudore" la sua escursione nel mare sconosciuto di Facebook, stavolta padroneggia la materia quasi con sfacciataggine. A volte sbalordendo per la passione dei suoi racconti, a volte per l'ampiezza della conoscenza, ma a volte anche per la tenerezza con cui sa declinare persino gli argomenti apparentemente più aspri. Certamente mai abbassando lo sguardo.

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 11 Dicembre 2018

Video Integrale
Caricamento

Galatina Tellas dipinge i muri del ristorante INCOHO

Tellas (Cagliari, 1985) vive e lavora a Roma. L’artista riceve una laurea in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è venuto in contatto con Urban Art. Nel 2014 è stato indicato come uno dei 25 artisti di