Passa ai contenuti principali

Alle mafie diciamo Noi

“Alle mafie diciamo NOi” (Città Nuova editrice, 2018) è il libro che verrà presentato giovedì 25 ottobre 2018 alle ore 15 presso il Centro Congressi del complesso Ecotekne dell’Università del Salento (via per Monteroni, Lecce), alla presenza degli autori
Giuseppe Gatti, magistrato della Direzione Distrettuale antimafia di Bari, e Gianni Bianco, giornalista Rai. L’iniziativa, rivolta agli studenti UniSalento e a quelli delle scuole superiori della provincia, è organizzata dal Dipartimento di Scienze dell’Economia dell’Ateneo e dall’Associazione contro le mafie Libera, con il patrocinio dell’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica.
Dopo i saluti istituzionali del Rettore Vincenzo Zara, del Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche Manolita Francesca e dell’Arcivescovo di Lecce Michele Seccia, interverranno oltre agli autori anche don Luigi Ciotti, Presidente di Libera, e il Procuratore di Lecce Leonardo Leone De Castris. In programma una testimonianza del promotore dell’iniziativa Francesco Sala. L’incontro sarà moderato dal professor Stefano Adamo.

> Il libro
Un libro non può camminare. Ma le idee che veicola, a volte, sì. Quelle possono pure mettersi in viaggio e farsi strada. Così “La legalità del noi” di Bianco e Gatti quattro anni fa raccontava quanto di buono l’Italia può fare contro le mafie, quando non si affida agli eroi solitari, ma al gioco di squadra. Quattro anni dopo, si vedono i passi avanti (piccoli e grandi) fatti grazie a tanti comuni cittadini incontrati da Nord a Sud e che, nella condivisione, hanno trovato il coraggio e la forza per dare risposte nuove all’arroganza dei clan. Una spinta al cambiamento che parte da studenti e insegnanti, a cui queste pagine, in particolare, si rivolgono. I ragazzi e le ragazze del nuovo millennio sono la prima linea di un’antimafia che non delega, ma si impegna in prima persona. Sono l’avamposto del “noi”. Quell’energia vitale che attiva processi di riscatto e di emancipazione prima impensabili. La carta da giocare per sperare – anche in questi tempi di crisi – di costruire un Paese migliore, senza più mafie. Insieme.

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 16 Novembre 2018

Video Integrale
Caricamento

Galatina Tellas dipinge i muri del ristorante INCOHO

Tellas (Cagliari, 1985) vive e lavora a Roma. L’artista riceve una laurea in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è venuto in contatto con Urban Art. Nel 2014 è stato indicato come uno dei 25 artisti di