Passa ai contenuti principali

Ordine delle Professioni Infermieristiche solidarietà alla collega infermiera, Maria Giovanna Zippo

Il sottoscritto dott. Marcello Antonazzo, Presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Lecce, esprime la propria solidarietà e quella dell’intero Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei Conti alla collega infermiera, Maria Giovanna Zippo, in servizio presso il 118 dell’ASL LE vittima dell’inqualificabile e violenta aggressione con pugni e calci, avvenuta il 03 settembre u.s. in pieno centro a Lecce, da parte di una paziente in evidente stato di agitazione.
Un fatto questo assolutamente deplorevole, indegno di un Paese civile, che ci lascia sbalorditi e attoniti, facendoci sentire indifesi, alla mercè di qualsiasi malintenzionato.

Pertanto, con la presente, s’invita il Direttore Generale dell’ASL Lecce a voler garantire sicurezza sul posto di lavoro per riportare un clima di serenità e collaborazione tra pazienti e operatori e, comunque, tra i professionisti stessi. Un provvedimento diventato ormai necessario e che non può essere più rimandato.
Si ricorda che la prevenzione degli episodi di violenza a danno degli operatori sanitari richiede che l’organizzazione identifichi i fattori di rischio per la sicurezza del personale e ponga in essere le strategie organizzative, strutturali e tecnologiche più opportune, diffonda una politica di tolleranza zero verso atti di violenza nei servizi sanitari, incoraggi il personale a segnalare prontamente gli episodi subiti e a suggerire le misure per ridurre o eliminare i rischi e faciliti il coordinamento con le Forze dell’Ordine o altri soggetti che possano fornire un valido supporto per identificare le strategie atte a eliminare o ad attenuare la violenza nei servizi sanitari. Ma solo l’impegno comune di tutti (direzioni aziendali, dirigenza infermieristica e medica, coordinatori, professionisti e loro rappresentanti, organizzazioni sindacali, rappresentanti dei cittadini, organi di informazione) può migliorare l’approccio al problema e assicurare un ambiente di lavoro sicuro.

Tanto più che gli atti di violenza possono ripercuotersi negativamente anche sulla qualità dell’assistenza offerta ai cittadini.
Quest’Ordine è vicino a tutti i Colleghi del 118 al fine di garantire una maggiore tutela professionale.
Infine si ricorda che gli OPI di Lecce, Foggia e Taranto già in data 12/06/2018 con nota prot. 1417 (vedasi nota in allegato) aveva sollecitato la Regione Puglia affinché fosse riconosciuta l’indennità di terapia intensiva e sub-intensiva al personale del SET 118 e pronto soccorso.
Tanto nell’interesse della Comunità, della Professione e del Servizio Sanitario.
Fiducioso di un Vostro intervento, porgo distinti saluti.
Ordini delle Professioni Infermieristiche di FOGGIA-LECCE-TARANTO


Protocollo 1417/2018

Data 12/06/2018

Rif. nota del 22/05/2018
Presidente e Assessore alla Salute della Regione Puglia
Dott. Michele Emiliano
presidente.regione@pec.rupar.puglia.it
capogabinetto.presidente.regione@pec.rupar.puglia.it

Dipartimento Promozione della Salute, del Benessere Sociale e dello Sport per Tutti
Direttore: Dott. Giancarlo Ruscitti
g.ruscitti@regione.puglia.it
area.salute.regione@pec.rupar.puglia.it
Alle OO.SS. CGIL-CISL-UIL-FIALS- NURSIND-FSI ADASS
regionale@puglia.cgil.it
puglia@cisl.it
info@uilpuglia.it
fials@fials.it
puglia@nursind.it
adass.nazionale@libero.it
info@cgillecce.it
ust.lecce@cisl.it
info@uilfpl-lecce.it
perr99@clio.it
lecce@nursind.it
funzionepubblica@cgilfoggia.it
foggia@uilfpl.it
fp.foggia@cisl.it
foggia@fials.it
fsifg@usaenet.org
foggia@nursind.it
taranto@uilfpl.it
fp@puglia.cgil.it
fptaranto@pec.fpcgiltaranto.it
fp.taranto.brindisi@cisl.it
taranto@nursind.it









OPI

Ordini delle Professioni Infermieristiche di FOGGIA-LECCE-TARANTO



All’Assessore al Welfare della Regione Puglia
Dott. Salvatore Ruggieri
assessore.welfare@regione.puglia.it

Al Presidente della III Commissione Sanità della Regione Puglia
Dott. Giuseppe Romano
terza.comm@consiglio.puglia.it
commissioneconsiliare-3-6@pec.consiglio.puglia.it


e p.c.

Maccagnani Andrea BR: andreamaccagnani@pec.it
Sasso Maria TA: mariasasso3@virgilio.it
Cavalera Elenio LE: cavagiulia2005@gmail.com
Alboreo Carlo BAT: albocarlo.1981@libero.it
Murgo Francesco FG: frankomurgo@hotmail.com
Morisco Francesco BA: francesco_morisco@libero.it












_______________________________________________________________________________

Viale Giotto, 200 – 71122 FOGGIA – Telefono /fax 0881/749774 – Cod. Fisc. 94008500715

74121 Taranto – Via Salinella, 15 – Telefono 099/4592699 – fax 099/4520427 – Cod. Fisc. 90034520735

Via Redipuglia, 3 - 73100 LECCE Tel. 0832 300508; Fax 0832 300526; www.ordineinfermierilecce.it Cod. Fisc. 93040350758



OPI

Ordini delle Professioni Infermieristiche di FOGGIA-LECCE-TARANTO



Oggetto: riconoscimento indennità di terapia intensiva e sub-intensiva al personale del SET 118 e pronto soccorso. Comunicazione.


Gli Ordini delle Professioni Infermieristiche delle Provincie di Lecce, Foggia e Taranto coinvolti dai propri Iscritti operanti all’interno dei SET 118 e dei Pronto Soccorso della Regione Puglia con lettera del 22/05/2018 con la quale chiedono il riconoscimento e corresponsione dell’indennità di terapia intensiva e sub-intensiva a tutto il personale operante nel SET 118 e Pronto Soccorso della Regione Puglia, fanno presente che condividono quanto espressamente richiesto nella loro missiva, ossia il giusto riconoscimento dell’indennità di terapia intensiva e sub-intensiva al personale infermieristico operante nel SET 118 e Pronto Soccorso tramite l’erogazione di risorse aggiuntive regionali perché nel CCNL 2016-2018 ancora una volta questo personale operante nei servizi di cui sopra non è equiparato alle unità operative di malattie infettive, di terapie intensive e sub-intensive (nefrologia-dialisi e sale operatorie).
Pertanto, chiediamo alla Regione Puglia di seguire il modello di altre realtà Regionali (Marche, Lombardia) e accordi decentrati che hanno invece legittimamente riconosciuto l’indennità a questi professionisti in base all’art.4, comma 2, I° paragrafo, del CCNL del 7.4.1999 del Comparto Sanità che consente, nell’ambito della contrattazione collettiva integrativa, di prevedere “i sistemi di incentivazione del personale sulla base di obiettivi, programmi e progetti di incremento della produttività e di miglioramento della qualità del servizio, con la definizione di criteri generali delle metodologie di valutazione e di ripartizione delle risorse del fondo di cui all’art. 38 comma 3..”.


________________________________________________________________________________

Viale Giotto, 200 – 71122 FOGGIA – Telefono /fax 0881/749774 – Cod. Fisc. 94008500715

74121 Taranto – Via Salinella, 15 – Telefono 099/4592699 – fax 099/4520427 – Cod. Fisc. 90034520735

Via Redipuglia, 3 - 73100 LECCE Tel. 0832 300508; Fax 0832 300526; www.ordineinfermierilecce.it Cod. Fisc. 93040350758





OPI

Ordini delle Professioni Infermieristiche di FOGGIA-LECCE-TARANTO



Inoltre anche nel CCNL comparto sanità, periodo 2016-2018, all’art. 86 “Indennità per particolari condizioni di lavoro” comma 10 stabilisce che: “ Nei limiti delle disponibilità del fondo di cui all’art. 80 (Fondo condizioni di lavoro e incarichi) nei servizi indicati nel comma 6, possono essere individuati altri operatori del ruolo sanitario, ai quali corrispondere l’indennità giornaliera prevista dal medesimo comma, limitatamente ai giorni in cui abbiano prestato un intero turno lavorativo nei servizi di riferimento. … Un fondo di cui all’art.80 del “nuovo CCNL” confluisce il
fondo del disagio per il pagamento degli straordinari e delle posizioni organizzative.
A nostro parere sarebbe giusto e auspicabile estendere tale indennizzo anche al personale in servizio presso i Pronto Soccorso e i 118 della Regione Puglia, poiché svolge un ruolo delicato e impegnativo che richiede l'immediatezza di precisi interventi, per conseguire poi quel risultato ottimale finale.
Gli Infermieri dell’emergenza urgenza sono maggiormente esposti al rischio infettivo dovendo intervenire in soccorso di persone di cui si ignorano le possibili patologie infettive e contagiose.
Inoltre, gli stessi sono esposti al rischio della propria incolumità fisica come dimostrano i recenti episodi di aggressioni sia agli equipaggi del 118 che agli Infermieri in servizio nei Pronto Soccorsi.
La Salute e la professionalità vanno rispettate e tutelate nelle sedi lavorative mettendo in atto tutti gli idonei strumenti legislativi e normativi, anche per quel che attiene il riconoscimento economico, come nel caso specifico. Va da sé che quanto richiesto è di carattere prettamente sindacale e siamo certi che le Organizzazioni Sindacali, in rappresentanza delle rispettive categorie, sosterranno i desiderata dei loro iscritti






Ordini delle Professioni Infermieristiche di FOGGIA-LECCE-TARANTO



Noi come Ordini delle Professioni Infermieristiche peroriamo e riteniamo legittimo il riconoscimento e la corresponsione dell’indennità come giusto ritorno della professionalità giornalmente profusa, della formazione costante, dei rischi connessi all’aumento esponenziale dei carichi assistenziali e all’utilizzo di strumentazione sanitaria di avanguardia.
Pertanto chiediamo al Presidente Emiliano e alle Organizzazioni Sindacali l’estensione al personale SET 118 dell’indennità in questione.

Gli Ordini Professionali scriventi rimangono pienamente disponibili alla collaborazione.

Distinti saluti.








Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 19 Ottobre 2018

Video Integrale
Caricamento

Galatina Tellas dipinge i muri del ristorante INCOHO

Tellas (Cagliari, 1985) vive e lavora a Roma. L’artista riceve una laurea in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è venuto in contatto con Urban Art. Nel 2014 è stato indicato come uno dei 25 artisti di