Passa ai contenuti principali

Nardo' manufatti in amianto potrà ora più facilmente procedere ad attività di bonifica

Chi ha manufatti in amianto potrà ora più facilmente procedere ad attività di bonifica, rimozione e smaltimento grazie al contributo che il Comune di Nardò ha previsto (intercettando un finanziamento regionale) con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’ambiente e della salute pubblica. Com’è noto, infatti, l’amianto, che si trova in diverse superfici, nei rivestimenti di tubi e caldaie, in pannelli e lastre di copertura, è potenzialmente pericoloso quando si sbriciola e si corrode per l’usura, rilasciando fibre che possono essere inalate.

L’avviso che permette la manifestazione di interesse è pubblicato sul sito del Comune di Nardò al link https://goo.gl/Yz5MkG ed è rivolto a tutte le persone fisiche e giuridiche residenti a Nardò, proprietari o titolari di un diritto di godimento su immobili o terreni interessati dalla presenza di manufatti contenenti amianto. Cioè, abitazioni civili, strutture edilizie ad uso commerciale, artigianale, agricolo o industriale aperte al pubblico o comunque di utilizzazione collettiva dai quali può derivare una esposizione a fibre aerodisperse. Sono considerate ammissibili le spese di redazione e presentazione del piano di lavoro per le attività di bonifica, rimozione e smaltimento, le spese di rimozione e bonifica, le spese di trasporto, infine le spese di smaltimento e/o recupero e le spese amministrative.
I soggetti interessati hanno sessanta giorni di tempo (dal 30 agosto, data di pubblicazione dell’avviso sull’albo pretorio) per inoltrare la manifestazione secondo le modalità descritte nell’avviso. L’ammissione al contributo avverrà sulla base dell’ordine cronologico di presentazione delle domande e nei limiti delle risorse disponibili. Il contributo massimo erogato a ogni soggetto non potrà superare l’80% della spesa ritenuta ammissibile e l'importo di 1500 euro.
Ulteriori informazioni possono essere richieste al settore Ambiente (geometra Vanessa Felline) al numero di telefono 0833 838266, all’indirizzo di posta elettronica ambiente@comune.nardo.le.it o all’indirizzo Pec protocollo@pecnardo.it.
Quello dell’amianto - spiega l’assessore all’Ambiente Mino Natalizio - è un problema di dimensioni assolutamente non trascurabili e questa è una occasione ghiotta concessa a tutti per bonificare e smaltire i materiali presenti nelle nostre proprietà. I costi sono notoriamente elevati e il contributo fornito può essere un ottimo incentivo per evitare gli eventuali effetti dannosi dell’amianto. Invito i cittadini a sfruttare l’opportunità di sanare situazioni potenzialmente dannose all'ambiente e alla salute e a fare un regalo a loro stessi e all’ambiente”.

Ufficio stampa

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 15 Dicembre 2018

Video Integrale
Caricamento

Galatina Tellas dipinge i muri del ristorante INCOHO

Tellas (Cagliari, 1985) vive e lavora a Roma. L’artista riceve una laurea in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è venuto in contatto con Urban Art. Nel 2014 è stato indicato come uno dei 25 artisti di