Passa ai contenuti principali

RICCARDO TESI E BANDITALIANA A CORIGLIANO D’OTRANTO

Per gli amanti della musica d’autore e del buon vino appuntamento il 19 agosto a Corigliano d’Otranto, nella Masseria dell’Associazione ArtLab Lu Mbroia in via Marcello, per assistere a un bellissimo concerto, degustando l’ottimo vino Duca Carlo Guarini.

La cantina di Scorrano, tra le più antiche d’Italia, con i suoi quasi mille anni di storia sostiene la rassegna organizzata dal cantautore Massimo Donno, ricca di eventi originali durante tutto il mese di
agosto.

Domenica 19 agosto si esibiranno a Lu Mbroia, unica tappa nel Salento, Riccardo Tesi e Banditaliana, per presentare il nuovo album “Argento”, compimento dei venticinque anni di attività della stessa band. Tesi, compositore e organettista di fama internazionale, uno dei musicisti più autorevoli della nuova scena world europea che vanta collaborazioni dalla musica etnica (E. Ledda, Justin Vali, Kepa Junkera; J. Kirkpatrick, P. Vaillant al jazz (G. Mirabassi) fino alla grande canzone d’autore (I. Fossati, F. De Andrè, G.M. Testa) è il fondatore del progetto Banditaliana.

Fin dal suo esordio nel 1992 sono elementi portanti della band Maurizio Geri voce solista e chitarrista funambolico il cui stile fonde le tematiche legate alla musica mediterranea con l’improvvisazione swing-manouche; Claudio Carboni sassofonista dotato di un fraseggio secco e preciso, cresciuto nella migliore tradizione del liscio e il percussionista Gigi Biolcati  a suo agio nella musica etnica e nel jazz.


Per questa occasione si potrà degustare Taersìa Biologico, un vino dai profumi freschi e complessi, ottenuto dalla lavorazione in bianco di uve rosse di Negroamaro in purezza. 

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 16 Novembre 2018

Video Integrale
Caricamento

Galatina Tellas dipinge i muri del ristorante INCOHO

Tellas (Cagliari, 1985) vive e lavora a Roma. L’artista riceve una laurea in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è venuto in contatto con Urban Art. Nel 2014 è stato indicato come uno dei 25 artisti di