Passa ai contenuti principali

Riconoscimento, per la ricerca scientifica, al prof. Vincenzo Spagnolo del Politecnico di Bari

Bari, 23 luglio 2018 – Tra i nomi che saranno premiati a Manfredonia, alla XXVII° edizione del Premio Internazionale di Cultura “Re Manfredi”, figura il prof. Vincenzo Spagnolo, docente di fisica sperimentale del Politecnico di Bari. Il prestigioso riconoscimento gli è stato attribuito per la ricerca scientifica.Gli altri premiati sono: Raffaele Cantone, magistrato anticamorra, Presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione e supervisore della Pubblica
Amministrazione (ANAC) per la legalità; Don Luigi Ciotti, Presidente Associazione Libera contro le Mafie, esponente di spicco della lotta alle mafie per la lotta alle mafie; Antonio La Scala, Presidente dell’associazione Penelope, impegnato in prima fila nella lotta al femminicidio; Ugo Patroni Griffi, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale per il servizio pubblico; Raffaele Mazzeo per l’imprenditoria; Chiara Taigi, soprano, per la lirica; Roberta Di Laura, ballerina di fama mondiale, componente del Consiglio Internazionale della Danza di Parigi per la danza classica.
Il prof. Spagnolo, nato a Manfredonia, 51 anni fa, coniugato, con tre figli, è un ricercatore del Politecnico di Bari. Dopo la maturità scientifica al “Galilei” di Manfredonia, consegue la laurea con lode in Fisica nel 1991 all’Università di Bari, e, nel 1994, il Dottorato di Ricerca in Fisica con il quale si avvia nella carriera universitaria. Attualmente è responsabile dell’Unità di Ricerca del Politecnico di Bari per numerosi progetti. Dal 2015 è Professore associato di Fisica Sperimentale al Politecnico di Bari presso il Dipartimento Interateneo di Fisica. La sua attività di ricerca svolta dal 1991 ad oggi ricade nell’ambito della Fisica Sperimentale della Materia, con particolare riferimento allo studio ed applicazioni di dispositivi fotonici in spettroscopia e sensoristica ottica. Vanta due brevetti. Per le competenze acquisite in questi ambiti, che lo pongono tra gli esperti leader a livello internazionale nello studio e realizzazione di sensori ottici di gas basati su sorgenti laser, da poco più di un anno il Prof. Spagnolo è a capo del laboratorio pubblico-privato PolySense, nato dalla collaborazione tra Politecnico di Bari e Thorlabs GmbH allo scopo di progettare e realizzare sensori innovativi su drone per monitoraggi ambientali e la rivelazione di idrocarburi in giacimenti petroliferi. I risultati ottenuti nello sviluppo di sensori ottici per la rivelazione di tracce gassose e la realizzazione di accordi di collaborazione con industrie leader al mondo e prestigiose università extra-europee, hanno portato all’attribuzione del premio Re Manfredi e dell’onorificenza di “senior membership OSA.
Il Premio “Re Manfredi”, nato nel 1992 e sostenuto da una apposita fondazione è una tra le più longeve e prestigiose manifestazioni culturali di Puglia.
Ogni anno, con continuità, una apposita commissione, individua e premia coloro che, nel campo delle scienze, delle lettere, arti e professioni hanno contribuito al progresso civile. In particolare, il Premio, pone attenzione ai contenuti e a chi, con la propria opera, ha contribuito a tenere alto il nome della Puglia, rimanendovi, investendo in essa ed accettando il rischio delle grandi sfide.

La cerimonia di premiazione della XXVII° edizione del premio “Re Manfredi” è prevista per venerdì, 27 luglio, ore 20,30, presso il porto turistico a Manfredonia, città fondata da Re Manfredi di Svevia, figlio di Federico II.


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 17 Agosto 2018

Galatina Tellas dipinge i muri del ristorante INCOHO

Tellas (Cagliari, 1985) vive e lavora a Roma. L’artista riceve una laurea in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è venuto in contatto con Urban Art. Nel 2014 è stato indicato come uno dei 25 artisti di