Passa ai contenuti principali

“Una serata dedicata alla Abbazia di Santa Maria di Cerrate”

 “Una serata dedicata alla Abbazia di Santa Maria di Cerrate” è l’evento promosso dal FAI che si terrà mercoledì 13 giugno presso Villa Necchi Campiglio, nel centro di Milano (ore 19-23). Si tratta dell’incontro annuale dei Corporate Golden Donor del FAI, al quale interverrà la consigliera della Provincia di Lecce Simona Manca, invitata a raccontare l’esperienza in relazione al progetto di restauro e riapertura dell’Abbazia e alle ricadute per il territorio salentino.

L’evento, che si tiene una volta all’anno a Villa Necchi Campiglio, è riservato a presidenti o amministratori delegati delle aziende iscritte al FAI attraverso l’adesione Corporate Golden Donor e punta alla condivisione dell’attività, dei valori, delle necessità della Fondazione. Ogni anno la serata ha un focus su un bene FAI (Casa Noha a Matera nel 2014; Podere Lovara a Punta Mesco nel 2015; Torre e Casa Campatelli a San Gimignano nel 2016; Saline Conti Vecchi a Cagliari nel 2017).Ufficio Stampa Provincia di Lecce
 


Per la serata 2018 è stata scelta l’Abbazia di Cerrate, bene che la Provincia di Lecce ha dato in concessione al FAI. Obiettivo sarà quello di condividere i contenuti e il significato del progetto di intervento del FAI sull’Abbazia.

Il programma dell’evento prevede, dopo la visita della villa, gli interventi di benvenuto e saluto a cura di Caterina Marinato, responsabile Programmi Corporate Membership FAI, Andrea Carandini, presidente FAI e Angelo Maramai, direttore generale FAI. Dopo la cena con menu pugliese, dalle ore 21.45 inizierà il Focus su Abbazia di Santa Maria di Cerrate, con gli interventi di Marco Magnifico, vicepresidente esecutivo FAI, Simona Manca, consigliere della Provincia di Lecce e Daniela Bruno, responsabile valorizzazione FAI .

Lecce, 11 giugno 2018


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 22 Ottobre 2018

Video Integrale
Caricamento

Galatina Tellas dipinge i muri del ristorante INCOHO

Tellas (Cagliari, 1985) vive e lavora a Roma. L’artista riceve una laurea in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è venuto in contatto con Urban Art. Nel 2014 è stato indicato come uno dei 25 artisti di