Passa ai contenuti principali

Nardo' Senza riserve, il libro del giornalista Raffaele Pappadà

È in programma domani, martedì 12 giugno, alle ore 18:30 presso la sala conferenze del Chiostro dei Carmelitani, la presentazione di Senza riserve, il libro del giornalista Raffaele Pappadà edito da Musicaos Editore.
La storia è quella di Thomas, un giovane portiere che dopo tanta gavetta attende ancora l’occasione per mettere in mostra il suo valore. Gioca nel Lecce, si allena in attesa del momento giusto, cresce nella lealtà come sportivo e come uomo, si innamora. Entra di slancio sugli eventi, spericolato e
deciso. Il giorno così atteso arriverà. Thomas farà i conti con la passione, la gioventù, gli incontri e gli scontri con i più grandi campioni, la famiglia, l’amore. Un ultimo uomo, spesso solo con il suo destino. La vita per Thomas è una partita che va vissuta fino all’ultimo secondo, dentro e fuori dal campo, “senza riserve”, in un romanzo dove il calcio è visto dalla porta, dagli occhi di chi ha il compito di ostacolare ciò che tutti desiderano: il gol, decidendo le sorti di una stagione.
Raffaele Pappadà è neretino e ha iniziato il suo percorso professionale nel 2006 da Telerama. Nel 2012 si è trasferito a Milano per commentare le gare di Serie A per Infront e nel 2015 è entrato a far parte della squadra di telecronisti di Premium Sport, di cui è attualmente una delle voci del fútbol argentino, della Champions League e di altri campionati. È uno dei volti e delle voci di Serie A Tv.
Interverranno per un saluto il sindaco Pippi Mellone e il consigliere delegato allo Sport Antonio Tondo. Il responsabile dell’area medica dell’Us Lecce Peppino Palaia e l’editore Luciano Pagano dialogheranno con l’autore. Coordinerà gli interventi Egidio Bollino.
Ufficio stampa


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 14 Novembre 2018

Video Integrale
Caricamento

Galatina Tellas dipinge i muri del ristorante INCOHO

Tellas (Cagliari, 1985) vive e lavora a Roma. L’artista riceve una laurea in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è venuto in contatto con Urban Art. Nel 2014 è stato indicato come uno dei 25 artisti di