Passa ai contenuti principali

Galatina PSI chiedono ad Amante varie interrogazioni: Bandi regionali, assunzioni Monteco, e questione rifiuti

-La Regione Puglia mediante la Determinazione Dirigenziale n.314 del 20 Dicembre 2017 ha emanato un avviso di ”Manifestazione di interesse finalizzata alla individuazione di aree idonee alla localizzazione di impianti integrati anaerobici/aerobici destinati al recupero della frazione organica dei rifiuti urbani rivenienti dalle raccolte differenziate”;

- La Regione Puglia mediante la Determinazione Dirigenziale n.316 del 21 Dicembre 2017 ha emanato un ulteriore avviso di “Manifestazione di interesse finalizzata alla localizzazione di tre impianti destinati al trattamento e recupero, rispettivamente, di vetro, plastica, carta e cartone rivenienti dalle raccolte differenziate di rsu, per la produzione di materie prime secondarie”;
-Tali avvisi erano rivolti a tutti i comuni della Regione;
-La Regione Puglia con la Determinazione Dirigenziale n.152 del 6 Giugno 2018 ha approvato i verbali, l’ elenco delle istanze escluse e la graduatoria delle istanze ammesse alla procedura negoziale;
-Dalla graduatoria delle istanze ammesse alla procedura negoziale risultano beneficiari degli interventi per l’ottimizzazione della gestione dei rifiuti urbani  i comuni di Soleto e di Nardò;
- Sulla base delle determinazioni dirigenziali citate nel comune di Soleto, nella zona industriale di Galatina, dovrebbe sorgere l’impianto di compostaggio mentre nel comune di Nardò dovrebbe sorgere l’impianto per il recupero della plastica;
-La realizzazione dell’impianto di compostaggio nell’agro di Soleto a due passi da Galatina penalizzerebbe doppiamente la nostra città dal momento che i galatinesi subirebbero solo gli olezzi dell’impianto collocato nelle vicinanze della città, mentre i benefici economici, le royalty e la riduzione del costo della spazzatura ad oggi andrebbero solo i cittadini di Soleto;

CONSIDERATO CHE

-Questi provvedimenti rappresenterebbero l’ennesima beffa per Galatina che si ritroverebbe ancora una volta relegata a rango di frazione dei comuni circostanti;
-Al fine di ridurre l’elevato costo delle bollette della spazzatura sarebbero necessari interventi concreti  e strategici che possano portare a immediati benefici economici per i cittadini;

tanto premesso si interroga IL SINDACO

-Per sapere quali sono i motivi per cui il comune di Galatina non ha manifestato il proprio interesse per quel che riguarda l’avviso regionale inerente l’individuazione di aree idonee alla localizzazione la impianti integrati anaerobici/aerobici destinati al recupero della frazione organica dei rifiuti urbani rivenienti dalle raccolte differenziate;
- Per sapere quali sono i motivi per cui il comune di Galatina non ha manifestato il proprio interesse per quel che riguarda l’avviso regionale inerente la localizzazione di tre impianti destinati al trattamento e recupero, rispettivamente, di vetro, plastica, carta e cartone rivenienti dalle raccolte differenziate di rsu, per la produzione di materie prime secondarie.

                                                                                                                                
 Giuseppe Spoti
                                                                                                                        Partito Socialista Italiano






-La tutela dell’ambiente rappresenta una delle priorità per la riqualificazione del nostro territorio e per il benessere della nostra comunità;
- Il tema inerente la salvaguardia ambientale e la tutela della salute pubblica rispetto ai rischi ed ai pericoli derivanti dall’amianto riveste un ruolo primario all’interno delle politiche di tutela dell’ambiente;
-L’inciviltà di qualcuno unita alla mancanza di adeguati controlli sul territorio ha favorito negli ultimi mesi il proliferare di micro discariche a cielo aperto in alcuni zone periferiche della città e delle frazioni;
-Con la deliberazione della Giunta Regionale n. 466 del 27 marzo 2018, la Regione Puglia ha emanato un avviso per la presentazione di domanda di contributo finanziario a sostegno dei comuni per le spese relative ad interventi per la rimozione e smaltimento di manufatti contenenti amianto presenti in fabbricati ed immobili di proprietà privata;
-Con tale avviso venivano messi a disposizione dei comuni beneficiari 3.000.000,00 € per spese di decontaminazione, smaltimento e bonifica dell’amianto;
- Il comune di Galatina non ha provveduto a far pervenire in Regione la domanda di partecipazione a questo avviso, perdendo un’importante strumento finanziario a sostegno dell’ambiente e della salute pubblica;
-Con la deliberazione della Giunta Regionale n. 493 del 27 Marzo 2018, la Regione Puglia ha emanato un avviso per il sostegno finanziario ai Comuni per interventi di rimozione di rifiuti illecitamente abbandonati su aree pubbliche;
-Con questo ulteriore avviso venivano messi a disposizione dei comuni beneficiari altri 3.000.000,00 € come finanziamento per il risanamento delle aree pubbliche attraverso la rimozione dei rifiuti abbandonati;

CONSIDERATO CHE

- Non è la prima volta che il comune di Galatina si lascia sfuggire finanziamenti e contributi disertando bandi e avvisi pubblici;
-Lo stato di predissesto in cui ci troviamo rende necessaria e imprescindibile l’intercettazione di finanziamenti volti alla riqualificazione ambientale, economica, commerciale e turistica del territorio;


tanto premesso si interroga IL SINDACO

-Per sapere perché il comune di Galatina non ha presentato la domanda di partecipazione all’avviso regionale inerente la decontaminazione, lo smaltimento e la bonifica dell’amianto;
-Per sapere se ritiene una cosa normale il fatto che il nostro comune si lasci sfuggire questi importantissimi finanziamenti;
-Per sapere se il comune di Galatina ha provveduto almeno a presentare domanda di partecipazione all’avviso regionale a sostegno degli interventi di rimozione di rifiuti illecitamente abbandonati su aree pubbliche;
-Per sapere cosa prova e cosa pensa nel vedere che comuni più piccoli di Galatina, con competenza e dedizione partecipano ad ogni bando vedendosi quasi sempre finanziati i loro progetti e se ritiene ancora , alla luce dei pessimi risultati e dell’assenza dell’ A. C. ai tanti bandi ambientali regionali, l’assessore al ramo, Cristina Dettù, idonea a ricoprire e svolgere l’incarico a suo tempo da lei assegnato.
Galatina 19.06.2018 Giuseppe Spoti
Partito Socialista Italiano






Con nota prot n 201700100987 del 22.03.17 il Comune di Galatina richiede informazioni relative al personale dipendente con particolare riferimento all’ art 45 del capitolato speciale d’appalto;
- che l’articolo 45 del Capitolato Speciale D’Appalto testualmente recita : “l’eventuale sostituzione di personale addetto (es. per pensionamento, sopraggiunta invalidità, licenziamento ecc.) dovrà essere di volta in volta preventivamente comunicata al Comune. Qualsiasi riduzione del costo del personale derivante sia da mancata sostituzione del personale cessante che da variazioni categoriali o da riorganizzazione nella gestione aziendale incide, riducendo, sull’importo del canone riconosciuto, dal momento in cui si è verificata.
L’aggiudicataria dei servizi di igiene ambientale è tenuta a comunicare le eventuali variazioni remunerative e categoriali entro 15 gg dal momento in cui si sono verificate”
CONSIDERATO CHE
-CON NOTA N. MT/938/17 del 29.03.2017 la ditta Monteco presenta il prospetto dettagliato del personale in servizio a quella data da cui emerge che parte del personale è di nuova assunzione (successiva all’appalto) senza, sembrerebbe, previa comunicazione / autorizzazione del comune di Galatina
-nella nuova gara d’appalto dei servizi ambientali del comune di Galatina (cig 7319449863 ) bandita il 16.02.2018 risultano elencati anche quei dipendenti la cui assunzione sembrerebbe non essere mai stata autorizzatata dal comune di Galatina;
- proprio sul costo del personale pende contenzioso tra il comune e la ditta;
- che nella nuova gara d’appalto è prevista specifica premialità per la continuazione e / o l’ incremento del monte ore del personale in questione (bando di gara pag 10);
- che nella nuova gara d’appalto è previsto un punteggio tecnico minimo che di fatto impone almeno la conferma del personale in questione pena l’esclusione dalla gara (bando di gara pag 11);
- che l’assunzione del personale in questione (che peraltro sembrerebbe riferirsi a già dirigenti/parenti della proprietà dell’attuale gestore con livelli di alta professionalità ad elevata remunerazione) non sembra utile all’erogazione del servizio ma, invece, CONSOLIDERA’ UN MAGGIORE E NOTEVOLE COSTO A CARICO DEI CITTADINI DI GALATINA;

tanto premesso si interroga IL SINDACO E L’ASSESSORE ALL’AMBIENTE

  • Se e quali valutazioni sono state fatte dal comune di Galatina sulle questioni evidenziate in fase di preparazione degli atti della nuova gara oggi sospesa;
  • Se nell’ambito dell’attuale sospensione della Gara si è ancora in tempo a bloccare le nuove assunzioni per evitare che tale personale rientri Nella clausola sociale art 6 CCNL igiene urbana;
  • Se dette assunzioni sono state autorizzate o, diversamente quando sono state contestate;
  • Come il comune di Galatina intende coprire la maggiore spesa di circa 60.000 euro mensile che ad oggi si spendono in più per non aver completato la nuova procedura di gara mantenendo il vecchio canone che prevede maggiori costi per circa 800.000
  • A quali voci di costo non più dovute si giustificano i risparmi di circa 800.000 euro l’anno tra la vecchia e la nuova gara.
                                                                                               Galatina 19.06.2018 Giuseppe Spoti
Partito Socialista Italiano





Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 21 Settembre 2018

Video Integrale
Caricamento

Galatina Tellas dipinge i muri del ristorante INCOHO

Tellas (Cagliari, 1985) vive e lavora a Roma. L’artista riceve una laurea in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è venuto in contatto con Urban Art. Nel 2014 è stato indicato come uno dei 25 artisti di