Passa ai contenuti principali

GALATINA APPROVATI E FINANZIATI I NUOVI PROGETTI “INREADING 2017” E “MONITOR 6017”

Nei giorni scorsi con atto dirigenziale n. 48/2018 della Regione Puglia è stata approvata la graduatoria dei progetti di Servizio Civile Nazionale presentati nel settembre dello scorso anno.
Tra i progetti approvati e finanziati risultano facenti parte della innanzi citata graduatoria anche quelli presentati dal Comune di Galatina per le aree Patrimonio Artistico e Culturale – Cura e conservazione biblioteche, denominato “In Reading 2017”, e Ambiente – Prevenzione e monitoraggio dell’aria, definito con il nome di “Monitor 6017”.

Ne dà notizia l’Assessore alle Politiche Giovanili, Maria Giaccari che, rimarcando l’ottimo punteggio raggiunto dai progetti, ricorda che saranno avviati all’impiego otto giovani volontari che manifesteranno la loro volontà di aderire all'iniziativa.
Si attende la pubblicazione del bando da parte della Presidenza del Consiglio – Ufficio Nazionale per il Servizio Civile – che dovrebbe avvenire nei primi giorni di luglio.


La fase successiva sarà quella della presentazione delle domande di partecipazione alla selezione da parte dei giovani, di età compresa tra i 18 e i 28 anni, spinti dal desiderio e dalla curiosità di fare un’intensa esperienza di vita e di crescita, anche sotto l’aspetto lavorativo, nell’ambito del Servizio Civile Nazionale.

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 17 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata