Passa ai contenuti principali

BARI BICCHIERI DI FRUTTA DI STAGIONE PER 'AGRITINTARELLA DAY' AL MERCATO DI CAMPAGNA AMICA DI PIAZZA FERRARESE

La frutta non fa solo bene alla salute, difendendo l’organismo dal caldo, perché carote, albicocche, meloni, ciliegie, pesche rientrano a pieno titolo – dice Coldiretti Puglia - nella classifica degli abbronzanti naturali in grado di “catturare” i raggi del sole e garantire una tintarella naturale. L’aspetto e il profumo sono i fattori che indicano maggiormente al consumatore la freschezza dei prodotti ortofrutticoli ma grande rilievo viene dato anche al luogo di acquisto come il mercato o direttamente dal produttori.


Con gli stili di vita più salutistici si affermano anche - sottolinea Coldiretti - nuove modalità di consumo favorite anche dalla disponibilità di tecnologie casalinghe low cost, dalle centrifughe agli essiccatori che aiutano a far apprezzare cibi salutari anche ai più piccoli. Una tendenza che però cambia anche i criteri di scelta delle materie prime utilizzate: secondo lo studio del Crea, Alimenti e Nutrizione, il 64% dei consumatori ritiene che la freschezza sia l’elemento principale nell’acquisto delle verdure, seguito dalla stagionalità (51,4%) e dal prezzo conveniente (31,7%).

Nella speciale classifica dei prodotti ortofrutticoli più ricchi di vitamina A primo posto assoluto per le carote. Ecco l’elenco delle 10 migliori soluzioni naturali:
1.Carote – contengono 1.200 microgrammi di vitamina A (per ogni 100 grammi di prodotto);
2.Spinaci e radicchio – 500/600 mcg;
3.Albicocche – 350/500 mcg;
4.Cicoria e lattughe – 220/260 mcg;
5.Meloni gialli – 200 mcg;
6.Sedano – 180/200 mcg;
7.Peperoni – 100/150 mcg;
8.Pomodori – 50/100 mcg;
9.Pesche – 100 mcg;
10.Cocomeri e ciliegie – 20/40 mcg.


Bari, 23 giugno 2018

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 14 Novembre 2018

Video Integrale
Caricamento

Galatina Tellas dipinge i muri del ristorante INCOHO

Tellas (Cagliari, 1985) vive e lavora a Roma. L’artista riceve una laurea in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è venuto in contatto con Urban Art. Nel 2014 è stato indicato come uno dei 25 artisti di