Passa ai contenuti principali

SICUREZZA e DIGNITA’ LAVORATIVA: UN NUOVO RUOLO per la CONTINUITA’ ASSISTENZIALE e la SANITA’ TERRITORIALE

La legge Bianco-Gelli in vigore ormai da circa 1 anno, all’art 1 recita che “la sicurezza delle cure è
parte costitutiva del diritto alla salute”.
Il modello organizzativo della Continuità assistenziale (all’epoca “guardia Medica”) ha 36 anni di
vita e…li dimostra tutti…!

Senza alcun dubbio è ora di cambiare, non solo e non tanto sull’onda emotiva di alcuni recenti
episodi che hanno portato alla ribalta il problema della sicurezza in un lavoro di “frontiera” come la
Guardia Medica, ma soprattutto perché è giunto il momento di pensare ad un nuovo progetto che
sappia coniugare tre aspetti che riteniamo fondamentali e non negoziabili:
la sicurezza, la dignità e una risposta efficace da parte della medicina territoriale, un atto dovuto ai
Cittadini che da troppo attendono qualcosa di più utile delle promesse “politiche”.
La (doverosa, più che dolorosa) chiusura dei PPI può e deve diventare un’opportunità per una
visione più complessiva e moderna della sanità del territorio, partendo dalle proposte recentemente
formulate dall’Azienda, che ci sembrano particolarmente interessanti, ma con le quali comunque è
necessario confrontarsi.
Donato DE GIORGI

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 21 Agosto 2018

Galatina Tellas dipinge i muri del ristorante INCOHO

Tellas (Cagliari, 1985) vive e lavora a Roma. L’artista riceve una laurea in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è venuto in contatto con Urban Art. Nel 2014 è stato indicato come uno dei 25 artisti di