Passa ai contenuti principali

Cutrofiano Al via «Buongiorno Ceramica»

Due giorni dedicati alla ceramica e alla sua lavorazione, all'arte e all'artigianato. L’amministrazione comunale di Cutrofiano, in occasione della manifestazione nazionale «Buongiorno Ceramica», promossa dall’associazione italiana «Città della ceramica» (Aicc), che si svolge ogni anno nelle principali città dove si lavora la ceramica, con il supporto delle associazioni «Ceramica artigianale del Salento», «Borghi autentici» e della Pro loco, organizza una serie di eventi, per valorizzare le botteghe artigiane.
Ecco il fitto programma di appuntamenti. Sabato 19 maggio, alle 19,30 sarà riaccesa l’antica fornace a legna del ‘700, sita in via Roma. L’antico forno è stato utilizzato da intere generazioni e da alcuni decenni è stato spento perché sostituito dai forni alimentati a gas. Verranno riproposte procedure, tecniche e riti connessi all’accensione della fornace, alla cui scrupolosa esecuzione stava la buona riuscita del prodotto finito.
Al palazzo Ducale sono previste cinque diverse iniziative: un concerto di musica popolare salentina a cura del gruppo «I Maè», anche con l'ausilio di strumenti in terracotta; la degustazione di prodotti tipici; i laboratori di lavorazione dell'argilla a cura della cooperativa 29nove; l'esposizione di manufatti realizzati da diverse botteghe locali e la mostra «La cucina e la mensa», con ceramiche realizzate dal Cinquecento all'Ottocento e visite guidate a cura della Pro loco.
Domenica 20 maggio, dalla mattina alla sera, sono tante le proposte per tutte le età. Nell'azienda «Fratelli Colì», dalle 9 a mezzogiorno, si svolgerà il concorso di pittura su ceramica per ragazzi e sarà aggiudicato il «Trofeo junior fratelli Colì»; in serata «Cotto nel coccio», una degustazione guidata da Andy Luotto.
La ditta Benegiamo organizza il cooking show «Cosa bolle in pentola?». La Nuova Colì farà un omaggio a Picasso grazie ai propri laboratori di ceramica. Altri laboratori riservati ai più piccoli, nella bottega di Salvino De Donatis che alle 15 offrirà il «caffè della ceramica».
Il Motoclub Chirone dell'associazione sportiva dilettantistica di Galatina promuove un moto-incontro della ceramica. Al palazzo Ducale proseguirà l'esposizione di manufatti realizzati dagli artigiani locali e la mostra «La cucina e la mensa», con ceramiche realizzate dal Cinquecento all'Ottocento e visite guidate a cura della Pro loco.
«Abbiamo inteso organizzare al meglio questa due giorni di “Buongiorno Ceramica”», spiegano Oriele Rolli e Tommaso Campa, rispettivamente sindaco ed assessore comunale alle Attività produttive. «Sono tante le iniziative promosse per celebrare l'ingresso della nostra comunità nel circuito nazionale delle “città della ceramica”, privilegio riconosciuto  esclusivamente a quelle città che hanno ottenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico (Mise), la denominazione di “Città di antica tradizione ceramica”. Un prestigioso risultato conseguito solo 40 Comuni in tutta Italia, che sono membri dell’Associazione italiana città della ceramica.

«Cutrofiano – sottolineano – è ora, a tutti gli effetti, un centro riconosciuto a livello nazionale, facente parte di un noto circuito, culturale e turistico, di ampio respiro. Siamo partiti diversi anni fa con la presentazione di un progetto di rilancio della nostra maiolica, e finalmente, quest'anno abbiamo conseguito un risultato di assoluto rilievo, che apre nuove prospettive all’intera economia locale». Naturalmente l’impegno dell’amministrazione comunale non si esaurirà, qui, anzi, spinge ad un impegno ancora maggiore per il rilancio della cittadina. Per questo, sono allo studio una serie di progetti che prevedono la riqualificazione generale dell’intero borgo, oltreché gli ingressi al paese. «Il turista che giunge a Cutrofiano – spiegano – deve poter percepire, sotto ogni aspetto, che si trova in una cittadina vocata alla ceramica, deve poter “respirare aria di ceramica».

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 21 Agosto 2018

Galatina Tellas dipinge i muri del ristorante INCOHO

Tellas (Cagliari, 1985) vive e lavora a Roma. L’artista riceve una laurea in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è venuto in contatto con Urban Art. Nel 2014 è stato indicato come uno dei 25 artisti di