Passa ai contenuti principali

“Premio Qualità Italia 2018”

Anche quest’anno il Concorso Enologico Nazionale “Premio Qualità Italia 2018” organizzato dalla Scuola di Alta Formazione e Perfezionamento Leonardo di Città Sant’Angelo, si farà in Abruzzo.
Il Concorso è stato approvato dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali giusto DG PQAI - PQAI 04 - Prot. N.0083301 del 16/11/17.
Dopo il brillante successo delle passate edizioni con la partecipazione di cantine di tutte le regioni d’Italia e con numerosi riconoscimenti per la serietà e la professionalità dello staff organizzativo, delle commissioni di valutazione e dell’organizzazione generale, si confida in una partecipazione ancora più importante e significativa. Già numerose sono le adesioni di tante cantine di varie regioni italiane.
Il Concorso Enologico si svolge con il patrocinio di Enti e di Organizzazioni nazionali e sotto la supervisione del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.
I campioni dovranno pervenire presso la sede della Scuola di Alta Formazione e Perfezionamento Leonardo entro il 26 maggio 2018.
Le degustazioni inizieranno il 13 giugno 2018 e la premiazione avrà luogo il giorno 14 luglio 2018.
Il regolamento, la scheda d’iscrizione e il verbale di prelievo e tutte le altre informazioni sul concorso e sulle passate edizioni sono consultabili sul sito ufficiale www.premioqualitaitalia.org e la mail di riferimento è: concorso@premioqualitaitalia.org, tel. 085.21963.
Anche quest’anno l’organizzazione si propone lo scopo di mettere in evidenza la migliore produzione italiana per le categorie dei vini ammessi al concorso, valorizzare le tipicità italiane e regionali, presentare al pubblico le tipologie dei vini caratteristici di ogni regione, premiare lo sforzo delle Aziende produttrici e stimolare il continuo miglioramento qualitativo dei loro prodotti contribuendo così alla divulgazione del brand Italia nel mondo.
I vini premiati saranno oggetto per l’intero anno 2018 di particolari azioni promozionali da parte della Scuola Leonardo.
Le categorie di vino a concorso sono:
  • IGT (Indicazione Geografica Tipica: Rossi, Bianchi e Rosati)
  • DOC (Denominazione di Origine Controllata: Rossi annate 2017, 2016, 2015, 2014, 2013 e precedenti, Bianchi annate 2017, 2016 e precedenti, Rosati)
  • DOCG (Denominazione di Origine Controllata Garantita: Rossi e Bianchi e Rosati)
  • Vini Frizzanti (Rossi DOC e IGT, Bianchi DOC e IGT, Rosati DOC e IGT)
  • Vini spumanti (Rossi VSQ, DOC VSQ e IGT VSQ, Bianchi VSQ, DOC VSQ e IGT VSQ, Rosati VSQ, DOC VSQ e IGT VSQ)
  • Vini passiti (DOC, IGT)
La Direzione della Scuola Leonardo è orgogliosa di essere riuscita anche per l’anno 2018 a tenere il concorso nella nostra regione a testimonianza di una grande vitalità del settore.

L’addetto stampa
Mauro Pallini

Per l’istruzione post-diploma e post-universitario con lo scopo di promuovere, a livello nazionale e 
internazionale, lo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica, tecnologica e manageriale.
REGOLAMENTO
CONCORSO ENOLOGICO
PREMIO QUALITÀ ITALIA 2018
SCADENZA ISCRIZIONI

26 MAGGIO 2018
DEGUSTAZIONI
13-14-15-16 GIUGNO 2018
PREMIAZIONE
14 LUGLIO 2018
La  Scuola  di  Alta  Formazione  e  Perfezionamento  Leonardo,  ai  sensi  del  DM  16.12.2010,  è  riconosciuta  Organismo 
Ufficialmente  Autorizzato  ad  organizzare  il  Concorso  Enologico  denominato  “Premio  Qualità  Italia  2018”  dal 
Ministero  delle  Politiche  Agricole,  Alimentari  e  Forestali giusto DG PQAI - PQAI 04 - Prot. N.0083301 del 16/11/17. 
www.premioqualitaitalia.org
www.premioqualitaitalia.org – concorso@premioqualitaitalia.org Rev. 0 del 10/08/2017 - Pag. 2 di  5
La Scuola di Alta Formazione e Perfezionamento “Leonardo” (di seguito Organismo Ufficialmente Autorizzato o più
semplicemente Leonardo), indìce ed organizza nel mese di giugno 2018,  il Concorso Enologico “Premio Qualità  Italia 
2018” riservato alle aziende vinicole Italiane per i vini di loro produzione, con lo scopo di:
· evidenziare la migliore produzione italiana per categoria dei vini ammessi a concorso;
· valorizzare le tipicità regionali e italiana e farle conoscere ai consumatori ed agli operatori;
· presentare al pubblico le tipologie dei vini più caratteristici delle regioni italiane;
· premiare lo sforzo delle Aziende produttrici e stimolare il continuo miglioramento qualitativo dei loro prodotti;
· contribuire alla divulgazione del brand Italia nel mondo.
All’interno dello stesso Concorso saranno rilasciati riconoscimenti speciali per i vini di ogni Regione partecipante così
come specificato all’art. 11 del presente regolamento.
Il Concorso Enologico si svolge con il patrocinio e la collaborazione degli Enti e delle Organizzazioni che aderiranno e,
comunque, sotto la Responsabilità della Scuola di Alta Formazione e Perfezionamento “Leonardo” quale “Organismo
Ufficialmente Autorizzato” ai sensi del DM 16 dicembre 2010. L’Organismo nomina un Comitato di Gestione con il
compito di supervisionare l’intero svolgimento della manifestazione affinché sia conforme al presente Regolamento.
È istituito il Comitato delle Parti Interessate composto da tutti i rappresentanti delle istituzioni, consumatori, parti sociali,
etc., che vorranno aderire. Entro il 30 marzo 2018 sarà pubblicato l’elenco degli aderenti.
Sono membri del Comitato di Gestione:
- 1 rappresentante della Scuola Leonardo;
- 1 rappresentante del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali;
- 1 rappresentante della stampa specializzata;
- 2 rappresentanti di organizzazioni nazionali di professioni e imprenditori del settore vitivinicolo;
- 1 rappresentante del mondo accademico del settore agroalimentare;
- 1 rappresentante del Comitato delle Parti Interessate.
Sono ammessi al Premio Qualità  Italia  2018  tutti i vini prodotti e presentati da Aziende vitivinicole site in Italia. Per
Azienda si intende un’entità produttiva individuata da una denominazione o ragione sociale, riportata anche
sull’etichetta dei prodotti presentati al Premio Qualità Italia 2018.
Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e l’Organismo Ufficialmente Autorizzato effettuano gli
opportuni controlli, anche mediante eventuali sopralluoghi presso le Aziende produttrici partecipanti al Concorso
Enologico, per constatare la veridicità e la regolarità di quanto specificato nella Domanda di Partecipazione, nel Verbale
di Prelievo e nella documentazione allegata ai prodotti in concorso. Qualora i controlli evidenzino divergenza fra i dati
dichiarati e quelli riscontrati, la partita di vino interessata è automaticamente esclusa dal concorso e le eventuali
irregolarità, ove le stesse si configurino come fatto illecito, saranno denunciate all’ufficio competente per territorio del
Dipartimento dell’Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e della Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari
del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Non sono ammessi al Premio i prodotti presentati da
produttori singoli o associati che abbiano avuto a loro carico, con sentenza passata in giudicato, procedimenti giudiziari
dovuti a frodi o sofisticazioni alimentari.
Il Concorso è aperto alle seguenti categorie di vini, anche biologici:
1. IGT (Indicazione Geografica Tipica)
1.1 Rossi I.G.T.
1.2 Bianchi I.G.T.
1.3 Rosati I.G.T.
2. DOC (Denominazione di Origine Controllata)
2.1 Rossi D.O.C. annate 2017 e 2016
2.2 Rossi D.O.C. annate 2015 e 2014
2.3 Rossi D.O.C. annate 2013 e precedenti
2.4 Bianchi D.O.C. 2017
2.5 Bianchi D.O.C. 2016 e precedenti
2.6 Rosati D.O.C.
3. DOCG (Denominazione di Origine Controllata Garantita)
3.1 Rossi D.O.C.G.
3.2 Bianchi D.O.C.G.
3.3 Rosati D.O.C.G.
4. Vini Frizzanti
4.1 Rossi D.O.C. - Rossi I.G.T.
4.2 Bianchi D.O.C. - Bianchi I.G.T.
4.3 Rosati D.O.C. - Rosati I.G.T.
5. Vini spumanti
5.1 Rossi VSQ - Rossi D.O.C. VSQ - Rossi I.G.T. VSQ
5.2 Bianchi VSQ - Bianchi D.O.C. VSQ - Bianchi I.G.T. VSQ
5.3 Rosati VSQ - Rosati D.O.C. VSQ - Rosati I.G.T. VSQ
6. Vini passiti
6.1 D.O.C.
6.2 I.G.T.
ART. 4 – VINI AMMESSI
ART. 3 – AMMISSIONI
ART. 2 – PATROCINIO E GESTIONE
ART. 1 – FINALITÀ E ORGANIZZAZIONE
www.premioqualitaitalia.org – concorso@premioqualitaitalia.org Rev. 0 del 10/08/2017 - Pag. 3 di  5
Le caratteristiche dei vini presentati devono essere corrispondenti a quelle stabilite dai rispettivi disciplinari di produzione.
I campioni inviati per la partecipazione al concorso enologico devono riferirsi a partite di vino imbottigliate in recipienti
di capacità inferiore a 2 litri di diretta disponibilità del concorrente ed in entità commerciabile non inferiore ai 10 hl.
Per i vini passiti di entità commerciabile non inferiore ai 3 hl.
Le aziende possono presentare al Premio Qualità  Italia 2018 più tipologie di vini per la medesima categoria e più vini
per diverse categorie.
Ogni Azienda produttrice deve presentare n. 6 (sei) ovvero 12 (dodici) bottiglie, come meglio specificato nella Domanda
d’Iscrizione, regolarmente confezionate per ogni singolo prodotto iscritto, con riferimento alle categorie indicate al
precedente Art. 4. Campionature minori rispetto a quelle indicate, non saranno accettate.
La quota di partecipazione è di € 60,00 + I.V.A. 22% per il primo o l’unico campione.
Dal secondo campione e fino al quarto, la quota di iscrizione è di € 40,00 + I.V.A. 22% cadauno.
Dal quinto campione in poi non è dovuta la relativa quota di partecipazione.
Il pagamento va effettuato contestualmente all’iscrizione a mezzo bonifico bancario sulle seguenti coordinate IBAN:
IT11M0335901600100000138281 – Banca Prossima S.p.A - intestato a Scuola di Alta Formazione e Perfezionamento
Leonardo. Il mancato pagamento della quota, non permette la valutazione dei campioni presentati.
Il pagamento può essere effettuato in unica soluzione per tutti i campioni inviati.
L’iscrizione al concorso avviene secondo le norme previste dal presente Regolamento pubblicato, e presente sempre
nella sua ultima revisione, sul sito ufficiale del concorso: www.premioqualitaitalia.org
Le Aziende ammesse dovranno far pervenire, per  ogni  prodotto  presentato, a mezzo corriere, servizio postale o
personalmente, entro il 26 MAGGIO 2018, al seguente indirizzo:
Premio Qualità Italia 2018 - c/o Business Palace, Via Mulino del Gioco n. 16 – 65013 Città Sant’Angelo (PE), riferimento
telefonico 085.21963 e-mail: concorso@premioqualitaitalia.org, quanto segue:
a) n. 6 ovvero 12 bottiglie di vino, come meglio specificato nella Domanda d’Iscrizione, regolarmente
confezionate. Sul cartone/imballo dei vini deve essere chiaramente indicato: “CAMPIONE NON COMMERCIALE 
INVIATO PER IL PREMIO QUALITÀ ITALIA 2018” accompagnato da regolare Documento di Trasporto;
b) Domanda d’Iscrizione (una per ciascuna tipologia di vino in concorso) redatta su apposito modulo, compilato in
ogni sua parte e sottoscritta dal titolare o legale rappresentante dell’impresa o suo delegato. La domanda deve
essere numerata per ordine progressivo (es: 1/1 se 1 campione, 1/5, 2/5..., se si inviano 5 campioni e così via);
c) certificato di analisi, rilasciato anche dal laboratorio interno alla Cantina, riportante almeno i seguenti
parametri:
- titolo alcolometrico a 20° C;
- zuccheri g/l;
- acidità totale in g/l, espressa in acido tartarico o acido solforico;
- pressione (solo per vini spumanti);
- anidride solforosa totale;
- acidità volatile per mille.
Il certificato deve riportare il nome dell’Azienda presentatrice e del vino partecipante con tutte le indicazioni
utili all’identificazione del campione. L’Organismo Ufficialmente Autorizzato si riserva di fare eseguire proprie
analisi di confronto e controllo;
d) per i vini a denominazione di origine: certificato di idoneità rilasciato dalla struttura di controllo attestante
l’origine e la denominazione del vino;
e) per i vini biologici è necessario allegare la Certificazione di Vino Biologico rilasciata da ente certificatore
riconosciuto;
f) ricevuta di versamento della quota di partecipazione;
g) numero 4 etichette ed eventuali controetichette identiche a quelle del vino presentato in Concorso;
h) verbale di prelievo (tale  verbale  va  redatto  in  triplice  copia  in  conformità alle disposizioni  ivi  contenute. Una 
copia  è  trattenuta  dall'azienda  produttrice,  1  copia  viene  trasmessa  all'Organismo Ufficialmente  Autorizzato 
unitamente ai relativi campioni e 1 copia trattenuta dall’eventuale verbalizzante esterno all’azienda).
L’Azienda si impegna a consentire l’accesso nei propri locali al personale preposto al prelievo dei campioni.
Il  prelievo  può  anche  essere  effettuato  direttamente  dal  responsabile  dell’azienda  o  enologo  tramite 
autocertificazione (in tale caso è necessario allegare copia fotostatica di un documento di identità del sottoscrittore). 
La documentazione deve pervenire unitamente ai campioni dei vini, anche all’interno dell’imballo.
ART. 7 – MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
ART. 6 – QUOTA DI ISCRIZIONE E MODALITÀ DI PAGAMENTO
ART. 5 - CAMPIONI
www.premioqualitaitalia.org – concorso@premioqualitaitalia.org Rev. 0 del 10/08/2017 - Pag. 4 di  5
L’Organismo Ufficialmente Autorizzato declina ogni responsabilità per l’eventuale arrivo in ritardo dei campioni rispetto
alla data stabilita, per la perdita totale o parziale dei campioni durante il trasporto, per alterazioni chimico-fisiche ed
organolettiche dei campioni per effetto di escursioni termiche, per rotture o per altre anomalie subite e generate nel
corso del trasporto. I prodotti che non osservano queste disposizioni non sono ammessi al Concorso.
Ciò non darà diritto all’Azienda alla restituzione della quota di iscrizione eventualmente versata, pertanto la spedizione
è fatta a totale carico dell’Azienda stessa e a suo rischio e pericolo.
Le spese di spedizione e trasporto fino alla destinazione indicata al precedente Art. 7 sono a completo carico delle
aziende presentatrici. I campioni spediti in “porto assegnato” o in altre modalità che prevedono addebiti per il
destinatario saranno rifiutati.
A tutte le aziende partecipanti sarà garantita parità di condizioni.
I campioni dei prodotti, prima di essere sottoposti all’esame delle Commissioni, saranno anonimizzati mediante l’utilizzo
di due appositi codici:
Ÿ il primo attribuito al singolo campione, dall’incaricato dell’Organismo Ufficialmente Autorizzato, al momento
della sua consegna all’organizzazione medesima;
Ÿ il secondo attribuito da un notaio o da un Pubblico Ufficiale o da un esperto, incaricato dall’Organismo
Ufficialmente Autorizzato, non in conflitto di interessi con alcuna delle aziende partecipanti, prima della
presentazione del campione alle Commissioni di Valutazione.
La persona designata ai procedimenti di conservazione e di anonimizzazione dei prodotti, assiste alle diverse operazioni
del Concorso. La stessa garantisce gli aspetti formali e le modalità operative, conserva i campioni dei prodotti dal
momento dell’anonimizzazione alla stesura delle graduatorie redatte per ogni categoria di vino, in base alle risultanze
delle valutazioni delle Commissioni.
L'Organismo Ufficialmente Autorizzato si riserva altresì di adottare le opportune misure atte ad assicurare che in sede di
presentazione alle commissioni di degustazione non emerga alcun segno distintivo.
I campioni pervenuti saranno conservati prima della valutazione e per sei mesi dal termine della manifestazione, in
apposito locale in condizioni ambientali idonee. I campioni saranno protetti da ogni intrusione.
Saranno consentiti accessi nel locale di conservazione solo per controlli in caso di eventuali contestazioni.
La giuria è formata da apposite Commissioni costituite da n. 7 commissari, di cui 4 tecnici e 3 esperti assaggiatori di vino,
tutti incaricati dall’Organismo Ufficialmente Autorizzato.
Il Presidente delle Commissioni e i tecnici degustatori devono possedere uno dei seguenti titoli di studio e requisiti:
a) diploma di perito agrario specializzato in viticoltura ed enologia o enotecnico (corso sessennale);
b) titolo di enologo ai sensi della legge 10 aprile 1991, n. 129;
c) titoli equipollenti conseguiti nell'Unione europea o all'estero.
I membri delle commissioni, oltre ai requisiti di cui alle precedenti lettere a), b) e c), devono aver svolto almeno un anno
di attività nel settore vitivinicolo.
Le commissioni non possono degustare, in ciascuna seduta, più di quindici campioni e non possono effettuare più di
quattro sedute al giorno opportunamente intervallate.
L’Organismo Ufficialmente Autorizzato nomina un Presidente di giuria di tutte le commissioni che non partecipa
direttamente alle degustazioni.
Le valutazioni degli esami organolettici sono espresse su apposite schede secondo il metodo di analisi sensoriale «Union
internationale des oenologues», elaborabili anche in formato elettronico.
Le valutazioni sono espresse individualmente.
Il risultato finale è calcolato operando la media aritmetica delle diverse valutazioni escludendo il punteggio più alto e il
più basso per ogni campione degustato.
Il computo dei risultati è effettuato in presenza dell’anonimizzatore incaricato che ne garantisce la correttezza.
In caso di parità di punteggio, vengono recuperate le due valutazioni escluse, il Premio sarà assegnato al vino che
otterrà il maggior punteggio. In caso di ulteriore parità il Premio sarà assegnato ex-aequo.
Durante la preparazione dei campioni da sottoporre a valutazione, i componenti della Commissione di Valutazione non
verranno a conoscenza dell’origine e dell’identità aziendali dei prodotti.
La commissione emette giudizi insindacabili.
Per opportuna riservatezza a garanzia delle Aziende partecipanti, viene reso noto solo l’elenco dei prodotti premiati e non
quello di tutti gli altri prodotti partecipanti all’iniziativa.
ART. 10 – COMMISSIONI E VALUTAZIONI
ART. 9 - CONSERVAZIONE E IDENTIFICAZIONE CAMPIONI
ART. 8 – CONDIZIONI
www.premioqualitaitalia.org – concorso@premioqualitaitalia.org Rev. 0 del 10/08/2017 - Pag. 5 di  5
A conclusione delle degustazioni, per ogni categoria di prodotto indicato all'art. 4, al vino che otterrà il miglior
punteggio, comunque non inferiore a 82/100, verrà attribuito il riconoscimento di “Premio Qualità  Italia 2018” con la
consegna di un’opera artistica.
Ai vini classificati dal 2° al 5° posto, per ogni categoria di prodotto indicato all'art. 4, verrà assegnata una Menzione 
sotto forma di diploma.
I vini, per ogni categoria di prodotto indicato all'art. 4, che non sono risultati vincitori del Premio Qualità Italia 2018 o
assegnatari di menzioni, che risulteranno migliori nell’ambito regionale di appartenenza e comunque con un risultato
non inferiore a 80/100, riceveranno uno Speciale Attestato di Riconoscimento Regionale.
L’Organismo Ufficialmente Autorizzato rilascia alle Aziende i cui campioni di vino siano risultati vincitori delle rispettive
categorie di partecipazione, l’autorizzazione all’uso del logo Premio Qualità Italia 2018 secondo il “Regolamento d’uso
del logo Premio Qualità Italia 2018”.
L’Azienda che intende utilizzare quanto sopra per i prodotti premiati, deve farne richiesta scritta, entro 30 giorni dal
ricevimento della comunicazione di assegnazione del premio, direttamente a: Premio Qualità Italia 2018 – Via Mulino
del Gioco, 16 – 65013 Città Sant’Angelo (PE) - email: concorso@premioqualitaitalia.org.
I costi di stampa delle etichette e dei bollini sono a carico dell’azienda richiedente.
Le etichette ed i bollini devono soddisfare quanto sancito dalla Legislazione vigente e dai rispettivi disciplinari per ogni
tipologia di prodotto.
Possono essere stampati ed utilizzati bollini per le sole quantità dichiarate ed effettivamente prodotte dall’azienda.
Falsificazioni del logo e violazioni dei requisiti legislativi saranno perseguibili per legge. Quanto sopra vale anche per i
riconoscimenti a carattere regionale.
La proclamazione dei vincitori è prevista in occasione di un’apposita manifestazione organizzata dalla Scuola per il
giorno 14 Luglio 2018.
I vini premiati saranno inseriti in un elenco divulgato a cura dell’Organismo Ufficialmente Autorizzato alla stampa
regionale, italiana ed internazionale tramite il proprio sito o specifiche comunicazioni.
Per la premiazione dei vincitori delle varie regioni, possono essere organizzate iniziative a carattere regionale.
I vini premiati, a qualsiasi titolo, al Premio Qualità Italia 2018 saranno oggetto per l’intero anno 2018 di azioni
promozionali da parte dell’Organismo Ufficialmente Autorizzato. In particolare, l’Organismo si riserva, al fine di
promuovere il Premio ed i vini premiati, di organizzare eventi dedicati nel corso dell’anno anche con pubblicazioni quali
guide, fiere ed incontri in Italia e all’estero, etc.
Per tali attività promozionali, qualora le aziende non riescano a presenziare agli eventi, si impegnano a far pervenire alla
Scuola campioni dei vini a loro spese in quantità adeguate al tenore dell’iniziativa.
I produttori che hanno ottenuto i premi di cui all’Art. 11 e intendono farne menzione nella loro attività commerciale,
devono attenersi alle norme e alle leggi vigenti in Italia o nei paesi esteri di destinazione del prodotto.
I riconoscimenti non ritirati durante le premiazioni verranno spediti alle Aziende vincitrici a cura dell’Organismo
Ufficialmente Autorizzato, che declina ogni responsabilità per eventuali smarrimenti o mancati recapiti.
I costi di spedizione sono a carico delle aziende interessate.
L’Organismo Ufficialmente Autorizzato si riserva il diritto di modificare il presente Regolamento in qualsiasi momento
ove ciò si rendesse necessario anche previa autorizzazione del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali,
secondo quanto sancito dal D.M. 16 dicembre 2010 e delle Istituzioni eventualmente aderenti.
Per qualsiasi controversia il foro competente esclusivo è quello di Pescara.

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 24 Settembre 2018

Video Integrale
Caricamento

Galatina Tellas dipinge i muri del ristorante INCOHO

Tellas (Cagliari, 1985) vive e lavora a Roma. L’artista riceve una laurea in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è venuto in contatto con Urban Art. Nel 2014 è stato indicato come uno dei 25 artisti di