Passa ai contenuti principali

“LA NUOVA CARTA DEI DIRITTI DELLA BAMBINA”

 “La Nuova Carta dei diritti della bambina: presentazione e adozione”: l’evento si terrà domani, venerdì 13 aprile, alle ore 9, nella sala consiliare del Comune di Casarano (piazza San Domenico), su iniziativa della sezione di Casarano della Fidapa BPW Italy (Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari), con il patrocinio del Comune di Casarano e dell’Ufficio della consigliera di Parità della Provincia di Lecce.   Ufficio Stampa Provincia di Lecce


In apertura sono previsti i saluti di Anna Maria Tunno, presidente Fidapa BPW – Italy – sezione di Casarano, Iolanda Palazzo, componente distrettuale del Gruppo di lavoro Carta dei diritti della bambina, Gianni Stefano, sindaco di Casarano, Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce, Filomena D’Antini, consigliera di Parità della Provincia di Lecce, Fabiola Casarano, consigliera con delega alle Pari opportunità del Comune di Casarano, Rita Augusta Primiceri, dirigente dell’Istituto comprensivo statale Polo unico tre “Galileo Galilei” di Casarano, Monia Casarano, dirigente dell’Iis “Rita Levi Montalcini” di Casarano.

Seguiranno gli interventi di Eufemia Ippolito, past presidente nazionale e BPW internationa legal advice leader e di Fiorella Annibali, responsabile nazionale del Gruppo di lavoro Carta dei diritti della bambina. I lavori saranno moderati da Anna Adamo, referente di sezione del progetto “Carta dei diritti della bambina”. Concluderà Fiammetta Perrone, segretaria nazionale Fidapa BPW – Italy.

Alla cerimonia saranno presenti i sindaci dei Comuni di Acquarica del Capo, Alliste, Castrignano dei Greci, Collepasso, Matino, Melissano, Parabita, Patù, Racale, Salve, Supersano, Taviano, Taurisano, Ugento, che adotteranno la Carta dei diritti della bambina.


Lecce, 12 aprile 2018

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 16 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata