Passa ai contenuti principali

Gallipoli I Giornata Nazionale del Mare

Si parlerà di mare, arte e poesia a Gallipoli, mercoledì 11 aprile, in occasione della I Giornata Nazionale del Mare, che prenderà il via alle 9.30 con un incontro pubblico presso la Galleria dei Due Mari in piazza Imbriani, con il sindaco Stefano Minerva, che farà un intervento su “Mare e poesia”, lo scrittore Antonio Errico che presenterà “Il mare nella letteratura salentina del Novecento”,
l’esperta Paola Apollonio su “Vecchie e nuove professioni del mare” e il comandante della capitaneria di porto di Gallipoli C.F. Domenico Morello su “La sicurezza in mare”, con la declamazione di poesie a cura di Ottavia Perrone e Francesco Cortese e le canzoni marinare gallipoline eseguite dal Coro della Pro Loco, diretto dal maestro Enrico Tricarico.
Un appuntamento ricco di spunti e riflessioni, di attività e iniziative originali, come “Dinghy in Festa - Trofeo Caroli Hotels”, un evento che coniuga sport, formazione e turismo a Gallipoli e dintorni, organizzato dal Club Velico Ecoresort Le Sirenè, in partnership con Caroli Hotels, che coinvolgerà alle ore 12 presso la Sala Ponte del Bellavista Club in corso Roma 219 gli studenti dell’Istituto Nautico, a cui verrà presentato il progetto, che si svilupperà durante l’anno scolastico 2018-2019, con la presenza del maestro d'ascia Antonio Magno. Protagonista è il Dinghy 12’ Classico, un pezzo importante della storia marinaresca, una piccola deriva lunga 3,65 mt di legno lavorato a mano e tagliato con le moderne tecnologie o di legno rinato dopo un sapiente restauro nel rispetto della tecnica d’antan, sintesi di tradizione e innovazione, connubio tra perizia navale e arte marinaresca. Divenuto nel 1919 la prima “International Class One Design”, viene scelto quale classe olimpica per i giochi del 1920 (Anversa) e del 1928 (Amsterdam). Dopo la crisi degli anni sessanta, nel ‘69 viene fondata l'Associazione Italiana Classe Dinghy 12’ e da allora l'incremento degli armatori e dei regatanti è stato continuo. Dal 2002 è l’attore principale del Trofeo Nazionale Dinghy 12’ Classico, imperdibile appuntamento per tutti gli armatori. 
Dopo l’anteprima dell’11 aprile, ci saranno vari appuntamenti lungo l’anno scolastico 2018/19 per dare vita a un Dinghy 12’ Classico, partendo dai piani costruttivi, con il lavoro degli studenti sotto la direzione di Daniele Riva, in collaborazione con il maestro d’ascia gallipolino Antonio Magno. Saranno tre i momenti decisi dai tempi costruttivi della deriva, all’interno dei quali si svolgeranno regate a match race e attività culturali.
Si comincia il 16 ottobre a Gallipoli, con il primo workshop di costruzione navale e pittura, a cui seguirà ogni 2 mesi circa una due giorni di formazione. Gli alunni degli Istituti Nautici incontreranno Daniele Riva, titolare del Cantiere Ernesto Riva del Lago di Como ed Emanuela Tenti, una tra le più affermate e apprezzate pittrici acquerelliste di barche d’epoca. Il Cantiere Riva ha sede a Maslianico accanto a Cernobbio e porta avanti una tradizione, che affonda le radici alla fine del Settecento, con numerose imbarcazioni in legno costruite negli ultimi decenni e restauri fatti di scafi tradizionali. Emanuela Tenti, trevigiana di nascita e genovese di adozione, è appassionata di disegno fin da bambina, dalla fine degli anni Novanta si è conquistata un posto d’onore nel mondo della marineria tradizionale. Sono numerosi i raduni e le manifestazioni dei Dinghy Classici a cui ha partecipato e si è ispirata per realizzare innumerevoli dipinti, spesso commissionati dagli stessi armatori. Energia, sorriso, passione e creatività sono i tratti distintivi di un’artista talentuosa a corollario dei momenti di formazione e sport.

L’11 marzo 2019, alle ore 10, al Bellavista Club – Banchina del Canneto ci sarà il varo del Dinghy 12’ Classico costruito nei 3 workshop e il vernissage  della mostra dei dipinti, oltre a  Regate di Flotta e Regate a Match Race. 

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 24 Settembre 2018

Video Integrale
Caricamento

Galatina Tellas dipinge i muri del ristorante INCOHO

Tellas (Cagliari, 1985) vive e lavora a Roma. L’artista riceve una laurea in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è venuto in contatto con Urban Art. Nel 2014 è stato indicato come uno dei 25 artisti di