Passa ai contenuti principali

Zen Shin Galatina vince 33 medaglie

La Zen Shin di Galatina vince 33 medaglie a Termoli
Il Palasabetta di Termoli è stato, anche quest’anno, il teatro di una delle più partecipate competizioni di Kung Fu del panorama nazionale: il Memorial
Massoni De Palma, giunto alla sua sedicesima edizione. Si tratta di un evento patrocinato dal Comune di Termoli e dall’assessorato allo Sport della Regione Molise, svolto sotto l’egida dell’ASI, che vanta una partecipazione di atleti elefantiaca: sono stati infatti circa 390 i ragazzi – provenienti da varie regioni italiane – impegnati in una due giorni ricchissima di competizioni di forme e di combattimento inerenti sia agli stili esterni sia agli stili interni del Kung Fu.
Tra le società storicamente presenti al Memorial molisano vi è la ASD Polisportiva Zen Shin di Galatina, che quest’anno vi ha preso parte con una rappresentanza di quanto mai numerosa di atleti molto validi sotto il profilo tecnico.
I ragazzi del M° Antonio Buono (per il Kung Fu T’ien Shan P’ai e per il sanda) e del M° Luigi Luchena (per il Tai Ji Quan) hanno – come sempre, del resto – ben figurato, mostrando tutta la validità della scuola di arti marziali galatinese e ricevendo per le loro performance i complimenti di avversari e organizzatori, oltre che, naturalmente, dei loro calorosi supporters al seguito.
L’esito della spedizione salentina, peraltro, sa del clamoroso, poiché sono addirittura trentatre i piazzamenti a podio messi in bacheca. Le medaglie sono state vinte in tutte le diverse categorie di competizioni, ossia: forme a mani nude, forme con arma corta, forme con arma lunga, forme con arma snodata e combattimento di sanda.
Ecco, qui di seguito, tutti i piazzamenti degli atleti zenshiniani:
Categoria Mani Nude: Oro per Mandorino Giorgia, Sarah Salerno, Vittoria Palumbo, Gabriele De Giorgi, Carmine Mandorino, Stefania Bruno; Argento per Laura Negri, Cesare Martino, Michela Palomba, Marianna Panico, Giulia Masciullo; Bronzo per Diego Pellegrino, Emilia Maglio; Quarti posti: Sofia Levanto, Francesco Maglio;
Categorie Arma lunga: Oro per Giorgia Mandorino; Argento per Filippo Franchetti; Quarto posto: Alessandro Cafaro;
Categoria Arma Corta: Oro per Carmine Mandorino, Alessandro Cafaro ; Argento per Giorgia Mandorino, Marianna Panico, Laura Negri; Bronzo per Stefania Bruno,Vittoria Palumbo; Quarti posti: Diego Pellegrino,Sarah Salerno, Gabriele De Giorgi;
Categoria Arma Snodata: Argento per Diego Pellegrino, Mandorino Giorgia;
Sanda: Oro per Antonio De Donno, Marianna Panico, Antonio De Paolis, Gabriele De Giorgi, Alessandro Cafaro, Francesco Maglio; Argento per Diego Pellegrino; Bronzo per Emilia Maglio e Giorgia Mandorino.
Alla soddisfazione per le numerose medaglie, segue l’entusiasmo per sfide sempre nuove e più importanti, nella certezza di poterle affrontare con la preparazione e l’esperienza della grande scuola Zen Shin!
ViRus

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata