Passa ai contenuti principali

Nasce Confederazione delle associazioni

Confederazione delle Associazioni Professionali, è il soggetto di rappresentanza unitaria delle Federazioni, dei Coordinamenti e delle Associazioni che esercitano attività
professionali non organizzate in ordini e collegi In Italia ed in Europa.
E’ la più grande rete di professionisti in Italia e oggi conta 350 organizzazioni in rappresentanza di più di 650.000 professionisti e di 127.000 imprese.
In qualità di autonoma parte sociale, CONFASSOCIAZIONI mira alla tutela e alla promozione del sistema associativo delle professioni, valorizzandone il ruolo, anche in termini di pari opportunità,
nel sistema costituzionale, legislativo, economico e sociale italiano e nei corrispondenti ambiti europei.
CONFASSOCIAZIONI vuole essere la casa comune della rappresentanza delle associazioni professionali, il punto di condensazione unitario di professionisti, imprese, associazioni professionali, federazioni di associazioni, coordinamenti.
Il coordinamento pugliese, La Delegazione Pugliese, neo nata, vanta già circa 200 aziende associate di varia natura
Il 20 aprile alle ore 10, presso la sala azzurra della Camera di Commercio di Bari, in Corso Cavour 2, la Delegazione
Pugliese sarà presentata alla stampa e alle autorità tutte. Modererà il presidente regionale Michele Lampugnani.
Durante la conferenza sarà inoltre ufficializzato il Protocollo d’Intesa con la Camera di Commercio Italo-Orientale

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 20 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata