Passa ai contenuti principali

NARDO' CALAMITÀ NATURALI, PROVE DI GESTIONE DELL'EMERGENZA

Nella serata di ieri, 28 febbraio 2018, presso la sede comunale dell’ex tribunale in via Falcone e Borsellino è stato attivato il C.O.M. (centro operativo misto) di Nardò, per partecipare contestualmente alla 410ma “Esercitazione per la verifica delle apparecchiature radio”. Un’esercitazione indetta dal Ministero dell’Interno, Dipartimento di Protezione Civile, che ha visto la partecipazione di molte Prefetture Italiane e dell’Unità Navale Cavour della Marina Militare. 


Il C.O.M. di Nardò ha operato, insieme ad altri comuni della provincia, sotto il coordinamento del Presidente dell’ARI Lecce Icilio Carlino IK7IMP dalla sala radio della Prefettura di Lecce. L’esercitazione, cui ho partecipato in veste di consigliere comunale delegato alla Sicurezza e alla Protezione Civile, ha visto impegnati sul territorio comunale i radioamatori Marco Fiore IZ7CDE e Vito Zacchino IZ7HZU. 
Attività come quella che si è svolta ieri sono molto importanti in un’ottica di prevenzione di calamità che ci si augura di non dover gestire mai. Le potenzialità di comunicazione dei radioamatori, infatti, sono preziose e irrinunciabili nei casi di calamità naturale in cui i consueti mezzi di comunicazione cessano di funzionare. I radioamatori, infatti, sono in grado di assicurare in breve tempo dei canali di comunicazione in grado di supportare nei momenti iniziali dell’emergenza il coordinamento dei soccorsi.
 

Ringrazio per il loro impegno i radioamatori dell’ARI Lecce che hanno partecipato all’evento: Marco Fiore IZ7CDE, Vito Zacchino IZ7HZU, Icilio Carlino IK7IMP, Giovanni Polo IW7DOL, Massimo Maci IZ7NNE e Luigi Liguori IK7YTQ. 

Augusto Greco
Consigliere Comunale delegato alla Sicurezza e alla Protezione Civile

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 17 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata