Passa ai contenuti principali

Martano “Phronesis 2016”

Banchetto informativo relativo al Progetto di Servizio Civile Nazionale del Comune di Martano “Phronesis 2016”.
Mercoledì 28 febbraio i volontari del Servizio Civile Nazionale del Comune di Martano hanno effettuato, presso lo studio associato dei medici di medicina generale, situato in Via Soleto, un banchetto informativo riguardante Progetto “Phronesis 2016”.

I volontari, grazie alla collaborazione dei medici, hanno informato la popolazione di Martano sulle attività e obiettivi del Progetto, nello specifico: disbrigo pratiche (accompagnamento e ritiro spesa, ritiro farmaci e certificati a domicilio, disbrigo pratiche burocratiche, accompagnamento delle persone sole al di fuori della propria residenza), accompagnamento Trasporto Sociale per Anziani (compagnia e accompagnamento durante il trasporto degli anziani presso le case di cura, ospedali o altre destinazioni) e attività socio ricreative e laboratoriali. I cittadini si sono mostrati interessati ai servizi, condividendo l’obiettivo di garantire il miglioramento della qualità della vita dell’anziano.
I Volontari del Progetto di Servizio Civile Nazionale del Comune di Martano “Phronesis 2016” sono abilitati a svolgere solo le attività sopra riportate. Per qualsiasi chiarimento e/o informazione rivolgersi allo sportello attivo presso il Comune di Martano, piazzetta Matteotti n. 12, aperto dal lunedì al venerdì dalle h. 8,00 alle h. 14,00.

Martano, 1 Marzo 2018
I volontari del Servizio Civile Nazionale Progetto “Phronesis 2016”



Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 17 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata