Passa ai contenuti principali

Un’insalata al giorno mantiene il cervello giovane. Soprattutto vegetali a foglia larga, crudi o cotti

E’ questo il risultato di uno studio osservazionale pubblicato da Neurology e ripreso in questi giorni da Quotidiano Sanità :
«Il consumo giornaliero di 1 porzione di verdure a foglia verde e alimenti ricchi di fillochinone, luteina, nitrato, acido folico, α-tocoferolo e kaempferolo, può aiutare a rallentare il declino cognitivo dovuto all'invecchiamento, anche di 11 anni».

La «Beautiful Mind», la mente splendida, è stata realizzata in un gruppo di persone «arruolate» in uno studio condotto su 960 persone di età compresa fra i 58 e i 99 anni.
I soggetti hanno aderito al progetto “Memoria e invecchiamento” e hanno completato un questionario riguardante la frequenza e l’assunzione degli alimenti in circa 5 anni, nel corso dei quali hanno avuto più di 2 valutazioni cognitive.
Il modello è stato adattato tenendo conto dell’età, del sesso, dell’istruzione, della partecipazione ad attività cognitive e ad attività fisiche, del fumo, del consumo di pesce e di alcol.
Dallo studio è risultato che il tasso di declino, per quei soggetti che hanno consumato più vegetali a foglia verde, è stato più lento rispetto agli altri. L'equivalente di un cervello di 11 anni più giovane.
«L’obiettivo – hanno spiegato i neurologi-nutrizionisti dell’American Academy of Neurology – era quello di accrescere la comprensione dei meccanismi biologici sottostanti all'associazione degli alimenti. Abbiamo studiato le relazioni individuali con il declino cognitivo dei nutrienti primari e dei bioattivi nei vegetali a foglia verde, tra cui vitamina K (fillochinone), luteina, β-carotene, nitrato, folato, kaempferolo, e α-tocoferolo».

fonte salute salento



Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 15 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata