Passa ai contenuti principali

“FOTO DAL PRESENTE, IMMAGINI DAL PASSATO”

Giovedì 18 gennaio, dalle ore 17.30 alle ore 19.30, l’aula consiliare di Palazzo dei Celestini a Lecce, ospiterà la presentazione del Bilancio Sociale a.s. 2016/17 del Liceo Pietro Siciliani di Lecce e del volume “Patrimonio di carta” realizzato in collaborazione con Rosanna Basso, docente di Storia contemporanea presso l’Università del Salento, la Sovrintendenza Archivistica e Bibliografica di Puglia e Basilicata, l’Università del Salento, l’Archivio di Stato di Lecce e la casa editrice Grifo.


In apertura, il programma prevede i saluti del presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, della dirigente scolastica del Liceo Siciliani di Lecce Vittoria Italiano, del direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per la Puglia Anna Cammalleri, del dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Lecce Vincenzo Nicolì. Seguirà la presentazione del Bilancio sociale del Liceo Siciliani a cura delle docenti Marcella Mele ed Elena Maddalo.

Alle ore 18.15 è prevista la presentazione del volume “Il patrimonio di carta” con gli interventi del soprintendente archivistico e bibliografico della Puglia e della Basilicata Maria Giuseppina D’Arcangelo, della docente di Storia contemporanea presso Università del Salento Rosanna Basso, del già direttore dell’Archivio di Stato di Lecce Daniela Ragusa.

La pubblicazione è frutto di un percorso triennale di riappropriazione e valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale del Liceo Siciliani. Il volume contiene i cataloghi del fondo storico bibliografico e documentario custodito presso l’Istituto, redatti dall’Archivio di Stato di Lecce, insieme ad un’appendice con la storia dei suoi 150 anni, raccontata attraverso una mostra allestita presso l’ex convento dei Teatini, nell’autunno 2016.

Lecce, 16 gennaio 2018

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 25 Febbraio 2018

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa