Passa ai contenuti principali

Galatina PSI chiedono chiarezza per le zone ZTL

Rispetto alla regolamentazione degli orari della ZTL stabilita dall’amministrazione qualche settimana fa che aveva durata fino al 7 Dicembre, a causa del nuovo piano traffico varato in occasione delle feste,
nel centro storico gli orari di ingresso a cui tutti si erano abituati sono cambiati ancora essendo stata anticipata la limitazione alla circolazione dei veicoli nei giorni feriali dalle ore 22:30 alle ore 16:00.
Chi non ha avuto la possibilità di apprendere queste continue modifiche si è ritrovato a varcare gli accessi del centro antico e parcheggiare la propria auto perché autorizzato dalla segnaletica luminosa nonostante l’ordinanza dirigenziale n.113 del 5 Dicembre 2017 in quegli stessi orari imponesse il divieto di circolazione.
Questa anomalia si protrae dall’8 Dicembre, giorno di entrata in vigore della nuova ordinanza sulla ZTL e ancora oggi a distanza di due settimane nessuno si è posto il problema di porvi rimedio.
Ci chiediamo se la società che gestisce i varchi sia stata avvisata di questi cambiamenti palesando una colpevole negligenza nel mancato aggiornamento dei segnali luminosi oppure se si è trattato di una mancanza dell’Assessore Mauro che da un lato potrebbe non aver comunicato alla società queste variazioni degli orari di accesso alla ZTL e dall’altro dimostra uno scarso interesse nel far rispettare l’ordinanza.
Una contraddizione grave da parte dell’amministrazione e dell’Assessore, che evidenzia come l’indirizzo politico mirante ad una maggiore chiusura del centro storico nel periodo delle festività  venga di fatto sconfessato da un agire amministrativo caratterizzato da superficialità e volubilità.
Galatina non è il paese dei balocchi dove può esser fatto tutto ed il contrario di tutto, compresa la mancata applicazione di un’altra ordinanza dirigenziale, quella n. 112 del 5 Dicembre 2017, che prevede la chiusura al traffico di Corso Porta Luce e Corso Principe di Piemonte in determinati giorni tra cui il 22 Dicembre, giorno in cui però queste vie sono di fatto sono rimaste aperte al traffico.
I cittadini ed i commercianti del centro, già vessati e stanchi di questi continui cambiamenti, non possono ancora patire disagi a causa dell’altrui incertezza e proprio per questo chiediamo che venga fatta luce sulle responsabilità, provvedendo tempestivamente a porre rimedio a queste ambigue contraddizioni oppure a ritirare l’ordinanza che si sta dimostrando inefficace ed inutile.
Questa gestione a singhiozzo, confusa e volubile a molti cittadini sembra quasi un pretesto per creare incertezza erogando multe e dando un taglio persecutorio alla ZTL, approfittando dell’inconsapevolezza e della distrazione degli automobilisti.
A questo punto, dato che il comune a spese di tutti ha finito di saldare il conto per questa generosa installazione dei varchi, chiediamo al Sindaco Amante di avere il coraggio di prendere una decisione forte, chiarificatrice e tutelante per tutti di chiusura totale del centro storico che dia un senso alla presenza delle telecamere attive nella zona a traffico limitato. Diversamente opti per l’apertura totale, dato che mantenere attive le telecamere quasi esclusivamente negli orari notturni dei giorni feriali, come previsto prima di questa temporanea ordinanza che ha validità fino al 14 Gennaio 2018, non ha senso ed ha semplicemente carattere vessatorio.


                                                                                                                                        Pierluigi Mandorino
                                                                                                                               Segretario del PSI di Galatina

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 14 Dicembre 2018

Video Integrale
Caricamento

Galatina Tellas dipinge i muri del ristorante INCOHO

Tellas (Cagliari, 1985) vive e lavora a Roma. L’artista riceve una laurea in Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è venuto in contatto con Urban Art. Nel 2014 è stato indicato come uno dei 25 artisti di