Passa ai contenuti principali

LA CASA DEL MUTILATO DI LECCE? E SE L’AFFIDASSIMO AL FAI?

Il coordinamento provinciale di Puglia Popolare e in particolare il Dipartimento Beni Culturali e Architettonici, prendendo spunto da quanto già avvenuto a Matera, dove  Casa Noha , antica dimora è stata donata al FAI, diventando un reale e carismatico  “cancello d’ingresso” alla città, che permette di ripercorrere la storia Materana grazie a un innovativo progetto di comunicazione diventando a tutti gli effetti un punto di riferimento per i turisti in visita nei Sassi, accende l’attenzione sulla Casa del Mutilato a Lecce, al fine di duplicare il percorso culturale virtuoso effettuato a Matera. “La  “Casa del Mutilato di Guerra” in Piazza Italia, proprio attraverso una donazione verso il Fondo Ambiente Italiano, potrebbe essere ridonato alla comunità ed acquisire il proprio valore storico.” commenta Arch. Stefano Martorelli, Respondabile Dipartimento Beni Culturale ed Architettonici di Puglia Popolare. “L’edificio è attualmente di proprietà della ASL e questa iniziativa quindi dovrebbe coinvolgere di concerto sia l’azienda sanitaria che l’ente Comune al fine di riattivare uno spazio fino ad ora abbandonato ma situato in una posizione strategica vista anche la recente riqualificazione di Via Leuca e la prospiciente Porta San Biagio.” aggiunge dott. Luigi Mazzei, Coordinatore Provinciale di Puglia Popolare.


Ufficio stampa
Maria Teresa Carrozzo

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 14 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa