Passa ai contenuti principali

“Startup University”, seconda edizione: nuove opportunità in arrivo per le PMI pugliesi

La seconda edizione di “Startup University”, il percorso di pre-accelerazione per startup pugliesi che consente di testare il mercato e validare il business model, è ormai prossima al lancio.
Dopo il successo della prima edizione che ha visto Yakkyo, una delle startup partecipanti, fra le migliori 10 in Italia e altre 4 in fase di negoziazione, con fondi di venture capital e piattaforme di equity crowdfunding, ritorna l'opportunità per le PMI di fare "open innovation" aderendo alla “Startup University”.


Le proposte di partnership consentiranno alle Piccole e Medie Imprese di fare scouting di idee in grado di risolvere problemi/esigenze di innovazione in modo efficace ed economico, con una partecipazione attiva al programma di accelerazione attraverso il monitoraggio dei progetti e delle startup.

Il programma favorisce anche il networking con gli altri partner, alcuni dei quali player di primaria importanza in ambito innovativo, finanziario e bancario.

“Quello che proponiamo alle PMI pugliesi -dichiara Stefano Narducci presidente dell’associazione Startup Club- è un salto verso il futuro grazie alle idee dei nostri talenti. Anche in questa seconda edizione di “Startup University”saranno infatti in campo una serie di progetti selezionati con l’obiettivo di fare un passo avanti tutti insieme verso le richieste in arrivo dalla società del domani”.
Vista l'imminenza del lancio (il 30 novembre 2017 è l’ultimo giorno per le aziende di aderire) qui di seguito alcuni contatti di approfondimento:
www.startupuniversity.it

www.startupclub.it 

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 25 Novembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa