Passa ai contenuti principali

SI RIVEDE IL GIOCO MA NON I PUNTI IN CASA OLIMPIA S.B.V.

Amara pillola quella mandata giù domenica scorsa dai ragazzi di mister Stomeo che contro la Gis Ottaviano si esprimono come non mai , con una prestazione di carattere e di buon gioco che però non produce cambiamenti in classifica confermando lo zero iniziale.
Vincono, convincendo, il primo set per 25 a 22, mantengono un break importante di +5 punti nel secondo set, poi si lasciano raggiungere sul 23 a 23 e subiscono le bordate dell’opposto Di Felice che chiude il venticinquesimo punto per la parità dei set 1 a 1.

Nonostante ciò la sensazione che si coglie nel PalaPanico è che la classifica possa finalmente muoversi: Buracci riportato nel suo ruolo più congeniale, quello di attaccante opposto, diventa prolifico anche dalla seconda linea , ma non trova adeguato rendimento nei due laterali Corsetti e Petrosino spesso murati dalla fisicità della prima linea napoletana.
Le rilevazioni statistiche della gara dicono che nel secondo set i 29 palloni attaccati dalla squadra di casa ,contro i 22 del primo set, hanno fornito una percentuale realizzativa molto bassa, il 41% a fronte del 59% della prima frazione.
Nel terzo set un primo break iniziale a favore dell’Olimpia S.B.V. (8-3) viene mantenuto e migliorato nel prosieguo(16-9) fino al 21-17 , aprendo spiragli speranzosi per un finale positivo. Invece la girandola delle sostituzioni operate dal tecnico campano ,che vanta una panchina di giocatori di spessore, mette in crisi soprattutto il reparto difensivo in fase di ricezione.
Il doppio cambio D’Alessandro-Lucarelli per Libraro-Di Felice e l’ala Madonna per Settembre , disorientano i padroni di casa che comunque rispondono punto a punto fino al ventisei pari: si va ai vantaggi e qui Valla ,sostituto di Guancia, fa valere la sua fisicità inchiodando a muro l’attacco di Petrosino .
Il quarto set è connotato da una latente paura nei ragazzi di mister Stomeo che comunque rimangono attaccati alla gara(16-13) e 19-21 , sospinti da un pubblico ,sì rincuorato dalla prestazione, ma consapevole delle difficoltà del momento.
Il libero Ardito e Guancia giganteggiano in ricezione perfetta con percentuali rispettivamente del 35% e 40% , anche per le battute dei padroni di casa esenti da difficoltà , offrendo alla distribuzione di Libraro il ventaglio perfetto di soluzioni che Di Felice(31 punti) e compagni tramutano in punti portandosi sul 24-22.
Al contrario in questo set l’Olimpia S.B.V. si esprime con percentuali ricettive da brivido,8% di ricezione perfetta contro il 39% degli ospiti, con Muccione facilmente leggibile che manda Buracci al sacrificio sull’ultima schiacciata chiusa a muro da Bianco e Guancia per il definitivo 3-1.
Non è tutta da buttare la gara di domenica: nonostante non abbia fruttato alcun punto e renda sempre più asfittica la classifica alcune certezze sono emerse. L’aver trovato una collocazione definitiva al ruolo(opposto) di Buracci (28 punti il suo score) ,obbliga la società a convergere sulla scelta di un laterale ricettore di peso che possa sobbarcarsi fattivamente, in condivisione , il compito delle realizzazioni.
Nessun attendismo è giustificato se si vuol tentare di evitare la retrocessione; vero è che mancano 19 gare alla fine del campionato ma ,a rinforzo avvenuto, niente e nessuno garantirà la risalita fino ad uscire fuori dalla quart’ultima posizione.
Piero de lorentis
TABELLINO
OLIMPIA S.B.V. GALATINA-GIS PALLAVOLO OTTAVIANO 1-3(25/22,23/25,26/28,22/25)
OLIMPIA S.B.V.
GUARINI 7, CORSETTI 8, ROSSETTI(n.e.), IACCARINO 8, APOLLONIO(L), MUCCIONE 4, PIERRI(L),PERSICHINO,TUNDO,PETROSINO(9),BURACCI (28).
Ricezione: Positiva 47% ,Perfetta 22% Batt. Sbagl. 16,
All. Stomeo Ass. Bray
GIS OTTAVIANO
LUCARELLI 1, D’ALESSANDRO,BIANCO 9,IERVOLINO(n.e.),ARDITO(L),LIBRARO 2,DI FELICE 31,GUANCIA 6,MADONNA,VALLA 7,BONINA 2,SETTEMBRE 6,PICCOLO 7
Ricezione: Positiva 64% ,Perfetta 32% Batt. Sbagl. 12,
All.G.Libraro




Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 16 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa