Passa ai contenuti principali

Nardò si conferma al servizio del cittadino, grazie ad una azione di riassetto dei conti

Solidarietà sociale. Con l'impegno della Presidenza dell'Ambito Sociale di Zona continua la tutela per anziani e soggetti svantaggiati.
Salvati ADI (Assistenza domiciliare integrata) e SAD (Servizio di Assistenza Domiciliare).
Per fra fronte alle esigenze di tutti il settore Servizi Sociali rilancia altri servizi.
L'ambito sociale di zona di Nardò si conferma al servizio del cittadino, grazie ad una azione di riassetto dei conti. I comuni facenti parte dell'ambito, ovvero Nardò (comune capofila), Copertino, Galatone, Leverano, Porto Cesaero e Seclì, infatti, hanno contribuito con propria dotazione finanziaria a coprire le maggiori spese derivanti dall'esaurimento dei fondi Pac. 


Dal 2014 in poi, per motivi derivanti dalla precedente gestione dice Maria Grazia Sodero, Presidente dell'Ambito e Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Nardòl'Ambito Sociale di Zona ha smesso di richiedere la compartecipazione ai comuni. Grazie al cambio di rotta che abbiamo imposto al bilancio dell'ambito – aggiunge Sodero - la riduzione dei fondi Pac non ha impattato in maniera significativa sull'utenza. Mettendo mano al portafogli dei comuni, con l'impegno di tutti gli assessori di riferimento, abbiamo continuato ad assicurare questi importanti servizi alle fasce più deboli della popolazione, dando continuità all'assistenza domiciliare per persone non autosufficienti, soprattutto anziane, oltre ad una serie di servizi essenziali come l'assistenza sanitaria, l'aiuto necessario per la cura della persona (igiene personale, vestizione, deambulazione, ecc.), la gestione della casa, prestazioni extra domiciliari come l'accompagnamento per il disbrigo delle pratiche, la gestione dei rapporti con il medico di base e le strutture sociosanitarie e sanitarie”.

Al 31 agosto scorso l'esaurimento delle risorse regionali “Pac” aveva creato preoccupazione per l'intero ambito. La positiva collaborazione con la ASL, che ha rivalutato tutti i casi rimodulando la platea degli utenti in base alle risorse disponibili, alle esigenze personali ed il reddito, ha fatto il resto.


Faccio i complimenti al Dirigente Gabriele Falco e a tutti i dipendenti dell'Ambito sociale di Zona – dice il Sindaco di Nardò, Pippi Mellone – per l'ottimo lavoro sotto la guida dell'Assessore ai Servizi Sociali, Maria Grazia Sodero, che nella sua veste di presidente d'ambito, ha affrontato egregiamente una esigenza importantissima. Ma non solo: invito i neretini eventualmente esclusi dal servizio a rivolgersi con fiducia presso il settore Servizi Sociali, perché grazie all'impegno dell'assessore Sodero abbiamo individuato altri strumenti finanziari e legislativi, indispensabili per chi ha bisogno della solidarietà di tutti noi”.

Ufficio Staff – Portavoce
Agostino Indennitate

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 21 Novembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa