Passa ai contenuti principali

Nardo' Consulta dello Sport

Si è insediata ieri sera la Consulta dello Sport, organo consultivo e propositivo che ha il compito di favorire la partecipazione democratica del mondo dello sport e dell’associazionismo sportivo cittadino. L’assemblea, che ha eletto presidente Tony De Paola e Egidio Bollino vicepresidente, è composta da rappresentanti del Coni, degli enti di promozione sportiva, delle associazioni sportive, dei docenti e degli studenti degli istituti scolastici della città.

Tra i compiti della Consulta quelli di promuovere iniziative e attività sportive a livello agonistico e amatoriale, sostenere l’educazione sportiva nelle scuole, favorire il raccordo fra gruppi sportivi e Istituzioni locali, avanzare proposte in merito alla programmazione degli interventi a favore dell’impiantistica sportiva comunale sulla scorta dei principi di sostenibilità ambientale, funzionalità e gestione degli impianti compatibilmente con le risorse esistenti.
Buon lavoro ai membri della Consulta e al presidente De Paola - ha detto il consigliere comunale con delega allo Sport Antonio Tondo - mi auguro che la Consulta, che ritengo uno strumento cruciale per le scelte dell’amministrazione, possa proficuamente svolgere il suo lavoro nell’interesse dello sport cittadino e di chi lo pratica quotidianamente. I problemi, le esigenze e le aspettative sono tante, ma all’interno della Consulta ci sono persone preparate che conoscono la materia e la vivono e naturalmente da loro ci aspettiamo un contributo molto utile”.

Ufficio Stampa


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 17 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata