Passa ai contenuti principali

L’ERASMUS VERSO L’AFRICA FA IL PRIMO PASSO

Si è tenuta questa mattina 24 novembre alle 10 nel Comune di Campi Salentina, nell’ambito della manifestazione “Città del Libro”, l’incontro tra l’Università del Salento e le Università africane di El-Tarf e Annaba (Algeria) e l’Università Mohammed V di Rabat in Marocco.

Presenti per le Università: il prorettore vicario Domenico Fazio, la prorettrice, delegata all’internazionalizzazione, Mariaenrica Frigione, il delegato alla comunicazione Stefano Cristante, tutti dell’Università del Salento; la vice rettrice Djelloul Radia dell’Università Chadli Ben Djedid di El-Tarf in Algeria; la professoressa Aicha Beya Mammeria dell’Università di El-Tarf e di quella Badij Moktar di Annaba (Algeria); il professore Zakaria Boudhim del Dipartimento di lingua e letteratura italiana dell’Università Mohammed V di Rabat in Marocco. Per la Città del Libro: il presidente della Fondazione Città del Libro, Cosimo Durante; l’assessora all'Industria turistica e culturale della Regione Puglia Loredana Capone; il sindaco di Campi Salentina Egidio Zacheo; il direttore artistico della Città del Libro Alessandro Valenti.
Il tema del confronto è stato il progetto di un Erasmus con le Università del Nord Africa e del Mediterraneo. Un’idea nata proprio in seno alla “Città del libro” che da quest’anno è dedicata ad Abramo, riferimento culturale unificante capace di far dialogare le culture, le letterature e i popoli che abitano l’area mediterranea e africana.
Nel progetto, che muove i primi passi, non solo la cooperazione dell’Università del Salento con le Università degli Stati del nord dell’Africa, ma anche con tutti i paesi del bacino del Mediterraneo per creare una collaborazione che abbracci tutti i settori, da quelli scientifico-tecnologici a quelli economico-giuridici, fino a quelli umanistico-sociali. Obiettivo: creare, attraverso lo scambio di studenti e docenti, un dialogo interculturale che diventi il simbolo di una cultura cosmopolita, capace di superare pregiudizi, steccati e barriere e di sviluppare opportunità e solida cooperazione.

Con lo sguardo che dal Sud si rivolge verso il Sud, dopo l’incontro, atto a stabilire i termini generali del progetto, che potrebbe diventare in breve tempo un protocollo d’intesa, i rappresentanti delle quattro università, hanno sottoscritto simbolicamente una dichiarazione d’intenti con la quale si sono impegnati a sottoporre il progetto alla valutazione ed all’approvazione degli organi di governo dei rispettivi Atenei, perché possa diventare operativo nel più breve tempo possibile.

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 16 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa