Passa ai contenuti principali

Giornata mondiale del diabete

Il 14 novembre è la Giornata mondiale del diabete, una iniziativa di sensibilizzazione e di prevenzione che si articola (nei giorni tra il 6 e il 18 novembre) in centinaia di appuntamenti anche a livello locale. La città di Nardò partecipa alla Giornata con una manifestazione in programma domani, domenica 12 novembre, grazie al contributo dei medici Pantaleo Daniele e Gabriele Ammassari e degli infermieri del Centro Diabetologico del Presidio Territoriale di Assistenza di Nardò. In piazza Cesare
Battisti presso il Castello Acquaviva d’Aragona, infatti, verrà allestita una postazione presso cui sarà possibile effettuare dalle ore 9 alle 14 una visita gratuita per calcolare il rischio di ammalarsi di diabete. L’amministrazione comunale, inoltre, ha deciso di illuminare la fontana di piazza Diaz già da questa sera con luci di colore blu, il colore della Giornata mondiale del diabete, come accade ai monumenti e alle piazze del mondo nelle città che hanno aderito.
La Giornata mondiale del diabete è dedicata in particolare alle donne, perché almeno una donna su dieci nel mondo convive con il diabete. Per questo, per prevenire la malattia o per consentire una diagnosi precoce, si tengono in questi giorni tantissime iniziative nelle piazze, presso i centri di diabetologia, nelle farmacie. L’incremento dei diabetici è uno principali allarmi a risuonare sul piano della salute mondiale, perché le diverse forme di diabete possono provocare gravi complicanze che colpiscono parti del corpo come occhi, reni, piedi, nervi, cuore (rischio più elevato d’infarto) ed encefalo (maggiore rischio d’ictus). Per questi motivi è fondamentale un adeguato sistema di prevenzione che consenta una diagnosi tempestiva e una risposta più efficace alla malattia.
                                                                                                        Ufficio stampa



Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 25 Novembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa