Passa ai contenuti principali

“DEGUSTAZIONE IN BOTTEGA”: DAL 26 NOVEMBRE AL 3 GENNAIO A MARITTIMA L’INIZIATIVA ALL’INSEGNA DEL COMMERCIO EQUO

Al via domenica 26 novembre la terza edizione di “Degustazione in Bottega”, promossa dai volontari della Bottega Equo-Solidale di Marittima e patrocinata da Provincia di Lecce e Comune di Diso, con l’obiettivo di diffondere i principi del commercio alternativo.Ufficio Stampa Provincia di Lecce


Il calendario di appuntamenti si snoderà fino al 3 gennaio, con sei degustazioni gratuite, che si svolgeranno dalle 17 alle 21, nella sala Don Puglisi, in via Conciliazione 11 a Marittima, frazione di Diso.

Ai visitatori sarà offerta l’opportunità di assaggiare gratuitamente alcuni prodotti del commercio equo-solidale, biologico e sociale, provenienti da tutto il mondo, a lume di candela. Lo staff, inoltre, sarà a disposizione per soddisfare ogni piccola curiosità.

Il direttore generale della Bottega Equo-Solidale di Marittima Antonio Casciaro spiega le motivazioni alla base dell’iniziativa: “Noi non agiamo mai in vista di un guadagno, perlomeno, non economico. Guadagniamo in sorrisi, in Qualità della Vita, in Speranza per un Mondo Migliore, in tangibili Benefici per i piccoli produttori dei Paesi in via di sviluppo, in una realtà più informata e consapevole. E questo è certamente un guadagno inestimabile, nei confronti del quale nessuna cifra potrebbe mai sperare di competere.”

Questo il calendario completo delle degustazioni: 26 novembre Tè, infusi e frollini; 3 dicembre Cioccolata di Modica e rum; 10 dicembre Caffè e caffè verde; 27 dicembre Panettone artigianale; 28 dicembre Cereali e legumi; 3 gennaio Tisane e frollini.


Lecce, 24 novembre 2017

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 16 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa