Passa ai contenuti principali

“Stop violenza sulle Donne” 18° Edizione del “Giro del Salento” On the road

BMW Motorrad Club Salento, con sede legale a Lecce superstrada Lecce Brindisi presso il concessionario BMW Emmeauto, ha promosso una due giorni tra le bellezze storiche, artistiche e naturali del territorio, nei giorni 07 e 08 ottobre p.v.
L’iniziativa, con il patrocinio del Comune di Oria, Lecce e Caprarica di Lecce ed in collaborazione con il Centro Antiviolenza “Renata Fonte”, nasce con l’obiettivo di lanciare un messaggio alla società e alle nuove generazioni: “Stop violenza sulle Donne”.

L’appuntamento richiamerà nel Salento, come avviene per manifestazioni analoghe che si tengono in altre località italiane turistiche di pregio, mototuristi BMW da ogni parte d’Italia.
Il programma avrà inizio sabato 07 ottobre a Caprarica di Lecce con il concerto dei Briganti di Terra d’Otranto alle 19.30.
Il raduno e la partenza del tour si svolgerà in Piazza Libertini a Lecce, domenica 08 ottobre alle 8,30. Subito dopo i partecipanti attraverseranno i Comuni di Campi Salentina, San Donaci, San Pancrazio, Torre Santa Susanna e Oria, ove si terrà una visita guidata per tutti i presenti presso il Castello e la Cattedrale.
BMW Motorrad Club Salento, senza fini di lucro, è associata e riconosciuta ufficialmente dal BMW Motorrad Federclub Italia, iscritta nell’elenco delle associazioni sportive e culturali del Comune di Lecce, tra le più grandi come numero di soci e tra le più longeve d'Italia.
Ai partecipanti al 18° tour nella quota di iscrizione è previsto, oltre al pranzo presso Tenuta Moreno a Oria, la maglia dell'evento, un cappellino, un laccetto e l'adesivo dell'evento. Inoltre ogni partecipante riceverà due biglietti in omaggio che daranno diritto all'estrazione di un casco e di uno zaino durante il pranzo.

Alfio Zaurino, presidente p.t. BMW Motorrad Club Salento dichiara “tra gli scopi preminenti dell’Associazione vi è quello di organizzare momenti di incontro tra i nostri soci e con i soci di altri Motoclub BMW nazionali, allo scopo di conoscere e far conoscere gli aspetti storici, culturali, turistici ed enogastronomici del nostro Salento. In tale ambito è stato organizzato la 18esima edizione del Giro del Salento che quest’anno cercherà di sensibilizzare l'opinione pubblica su uno dei drammi che attanagliano la nostra società: la violenza sulle Donne”.
Maria Luisa Toto, presidente del Centro Antiviolenza “Renata Fonte” di Lecce aggiunge: “Abbattiamo il muro del silenzio, dell’indifferenza, della paura. Insieme, unite contro la violenza sulle donne. Unite per il cambiamento culturale. Questa volta il messaggio di non violenza volerà tra le bellezze paesaggistiche e culturali del nostro territorio e raggiungerà i cuori, le menti, le anime di uomini e donne, ragazzi e ragazze. Insieme possiamo farcela, insieme possiamo lavorare sul fronte della sensibilizzazione pubblica e restituire la speranza a donne e minori vittime di violenza e il diritto alla giustizia, alla legalità e alla verità”.
“Il Giro del Salento è un evento che mette in luce il nostro territorio – spiega il sindaco di Caprarica, Paolo Greco – e, d’altro canto, Renata Fonte fu uno dei primi politici locali, per di più donna, a battersi per la salvaguardia dell’ambiente e per la difesa della nostra terra. L’alleanza tra il Giro del Salento e il centro antiviolenza “Renata Fonte” non è causale, dal momento che entrambi hanno a cuore il benessere della nostra comunità: tra l’altro, fa piacere che un club solitamente di appannaggio maschile si metta a servizio per sensibilizzare la comunità contro la violenza sulle donne”.







Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata