Passa ai contenuti principali

La Zen Shin agli Europei di Muay Thai

Si svolgeranno per la prima volta in Italia i Campionati Europei di Muay Thai - WMO - WMBF, competizione agonistica molto prestigiosa, la cui organizzazione all'interno dei confini nazionali è stata fortemente voluta dall'ASD Team Calzolari di Milano che fa capo proprio a Diego Calzolari, grande interprete dell'arte marziale tailandese in Italia e oggi Commissario Tecnico Nazionale per il
settore Muay Thai - FIBKMS.
La manifestazione si terrà tra il 13 e il 15 ottobre sul palcoscenico del Palasport "S. Allende" di Cinisello Balsamo.
L'Italia sarà degnamente rappresentata da una formazione di ben 11 fighters, molti dei quali già molto esperti e con alle spalle palmares di tutto rispetto. Tra gli atleti che faranno parte della spedizione azzurra anche due giovani galatinesi, entrambi ormai noti al pubblico degli appassionati degli sport da combattimento perché più volte balzati agli onori delle cronache grazie alle loro gesta sportive. Si tratta di Alessia Coluccia e Lal Lisi, in forza alla ASD Polisportiva Zen Shin di Galatina: la prima salirà sul quadrato di gara per la categoria seniores -63,5 Kg; il secondo per la categoria juniores - 51Kg.
Oltre alla presenza di Coluccia e Lisi, l'orgoglio di Galatina e di tutto il Salento sarà ulteriormente accresciuto dal fatto che, a guidare gli azzurri dal bordo ring, ci sarà il M° Antonio Buono, Direttore Sportivo della Zen Shin.
Insomma, le premesse per un'esperienza unica ci sono tutte. Non resta che fare l' "in bocca al lupo" ai partecipanti ed unirci al grido di "Forza Azzurri! Forza Zen Shin!".


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata