Passa ai contenuti principali

In merito alla situazione delle aule del polo umanistico il rettore Vincenzo Zara dichiara

“Premesso che non può che farci piacere che le nostre lezioni siano molto frequentate, è chiaro che gli studenti debbano poter seguire i corsi in spazi dignitosi, senza sovraffollamento e in completa sicurezza. A questa esigenza risponde lo sforzo effettuato per approntare per l’inizio dell’anno accademico nuove aule del polo urbano e per dotare quelle preesistenti di moderne attrezzature didattiche.

Dopo la segnalazione di alcune criticità nella prima settimana di lezione, ci siamo attivati per la loro risoluzione in tempi rapidissimi. In realtà su diverse centinaia di lezioni del polo umanistico le situazioni particolarmente difficili erano tre. Queste criticità principali sono state risolte ed altre, sulle quali si concentra la nostra attenzione, sono in corso di soluzione da parte delle strutture didattiche competenti. Inoltre, sono stati risolti anche i problemi logistici che riguardavano alcuni studenti diversamente abili.
Pertanto, vogliamo rassicurare gli studenti e le loro famiglie: le aule sovraffollate sono state sostituite con aule più capienti e le lezioni frequentate da studenti diversamente abili sono state provvisoriamente spostate in aule al piano terra. Invitiamo perciò gli studenti interessati a consultare l’orario delle lezioni pubblicato sul sito delle loro facoltà.
Ulteriori ed eventuali problemi che dovessero presentarsi saranno come sempre affrontati nello spirito di ascolto ed accoglienza delle esigenze degli studenti che anima il nostro Ateneo”.


Lecce, 9/10/2017

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata