Passa ai contenuti principali

Galatina PSI questi orari e con queste regole la ZTL NON HA SENSO

“La chiusura al traffico del centro storico è considerato  l’atto finale di una strategia politica idonea ad una idea di centro antico compatibile con un turismo di esplorazione che valorizzi sia il patrimonio storico culturale della città, che l’artigianato di eccellenza. In Piazza San Pietro e Piazzetta Orsini sarà garantita, in ogni modo, l’assenza di parcheggi per far godere appieno di tutta la loro bellezza”.

Così scriveva e parlava il Sindaco Amante, nel suo programma elettorale, quando ancora parlare e scrivere non costava nulla e si poteva promettere tutto ed il contrario di tutto.
La proroga della ZTL fino al 7 Dicembre in Piazza San Pietro, che permette alle auto di circolare e parcheggiare liberamente dalle ore 6:30 alle ore 22:30, è la dimostrazione dell’incoerenza del Sindaco e della totale assenza di polso nell’assumere decisioni atte a tutelare la città e i  cittadini.
Con questi orari e con queste regole la ZTL NON HA SENSO.
 Se il Sindaco ha davvero a cuore le sorti della città dimostri di essere realmente diverso  come dice, indipendente e libero da influenze di natura politica e tecnica e REVOCHI il gravoso contratto  sui dissuasori stipulato allegramente dalla gestione commissariale . 
E’ in questi casi che le parole ed i buoni propositi da campagna elettorale si scontrano con la realtà delle cose, quella realtà in cui questa maggioranza ha dimostrato di saper  vivere solo alla giornata, approvando  solo  atti figli del lavoro delle precedenti amministrazioni. Così è stato con l’approvazione, sia pure  con tutte le sue lacune, del regolamento  dell’ecocentro,  della convenzione del  megaparco e del documento programmatico sulla rigenerazione urbana. Tutti progetti figli delle precedenti amministrazioni, e in particolare proprio di quelle da lui tanto odiate.
Tutto ciò evidenzia  una totale assenza di prospettive e progetti propri che dimostrino qual' è, al di là degli spot propagandistici,  la loro idea di sviluppo per questa città e peggio ancora non muove un dito per fare luce sulla natura  dei debiti che gravano sul futuro dei nostri figli e dei nostri nipoti, compromettendo qualunque possibilità di crescita per la città. 
A tal proposito, in piena continuità con l’amministrazione Montagna il Sindaco Amante, che ha fatto della trasparenza e della legalità il suo finto marchio di fabbrica, ha approvato, senza batter ciglio, la transazione per circa 500.000 euro di bollette della luce non pagate, scaricandolo ancora una volta sui poveri cittadini, senza chiedersi come si sia potuto accumulare questo debito e  senza indagare sulle relative responsabilità. 
Se davvero  vuole rappresentare il nuovo che avanza, così come ha detto in campagna elettorale, allora abbia il coraggio di prendere decisioni forti e responsabili nell’interesse esclusivo dei cittadini, seguendo un progetto di sviluppo di ampio respiro, senza farsi condizionare dalle richieste e dalle pressioni di varia natura che quotidianamente si presentano alla porta.

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa