Passa ai contenuti principali

Galatina la mensa e' piu' che smart

È entrato a pieno regime questa settimana il sistema di rilevazione delle presenze a mensa, completamente automatizzato, attraverso l’uso dei tablet forniti dalla ditta che gestisce il servizio e consegnati dal Comune a tutti i plessi scolastici interessati. Niente più bigliettini, quindi, all’ingresso dei bambini a scuola, niente più conteggi e controlli incrociati da parte del personale preposto, niente più fax al Comune con conseguente controllo cartaceo da parte del personale dell’Ufficio Pubblica Istruzione. In questo modo i dati arrivano entro le 10:00 della mattina, in tempo reale, al Comune e alla ditta che
provvede a preparare i pasti. Coordinato dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione, è stato un lavoro lungo che ha interessato anche il Centro di Elaborazione Dati del Comune, l’Ufficio Cultura e, ovviamente, la Pubblica Istruzione. Un lavoro che ha portato, dopo le prime due settimane di sperimentazione, all’eliminazione definitiva del cartaceo.
L’adozione del sistema rappresenta un importante obiettivo strategico per l’Amministrazione Comunale e, al tempo stesso, l’avvio del percorso di digitalizzazione che porterà notevoli benefici all’utenza. In particolare, con questo sistema sarà possibile, quest’anno per la prima volta, recuperare il credito non consumato negli anni precedenti (buoni mensa non utilizzati) e utilizzarlo nell’anno in corso laddove invece col vecchio sistema il credito veniva azzerato alla fine dell’anno scolastico. Si riuscirà anche a monitorare più efficacemente le posizioni debitorie attraverso un controllo in tempo reale e un intervento tempestivo del Comune stesso.


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 25 Novembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa