Passa ai contenuti principali

Summer School di arti performative e community care

Quale impatto ha sulla vita delle persone la nuova configurazione del mondo del lavoro, e i suoi processi di automazione? Chi sono i 'nuovi contadini' e quali dinamiche collegano terra, sfruttamento e migrazione? In che senso le narrazioni che si sviluppano in un territorio lo performano? Come la progettazione del territorio agevola o impedisce certe pratiche sociali?

Questi sono alcuni fondamentali nodi tematici che ci muoveranno lungo le giornate dell'Edizione 2017 della Summer School di arti performative e community care che è dedicata a: INNOVAZIONE SOCIALE E PATRIMONIO IMMATERIALE.
Ogni giorno momenti-stimolo proporranno i temi della scuola, grazie a docenti, testimoni della comunità ed esperti che abbiamo invitato; alle questioni messe in campo saranno collegate attività esperienziali e/o laboratoriali e degli approfondimenti a carattere narrativo opportunamente selezionati (uno spettacolo, una lettura, una videoproiezione). Inoltre vi saranno i laboratori espressivo-performativi e quello di scrittura drammaturgica e di preparazione della performance finale di restituzione pubblica.
Ai partecipanti offriamo un’esperienza formativa costruita nell’ottica della educazione reciproca; la possibilità di approfondire le metodologie della ricerca-intervento; l’opportunità di vivere una situazione di contatto e di scambio con le comunità ospitanti, ispirata ai principi della sostenibilità, dell’innovazione sociale e dell’educazione emancipante.
Teatro di tutta l’azione sarà il Salento sud-orientale: si farà base ad Ortelle, nei luoghi pubblici più significativi e di contatto con la sua comunità, Piazza San Giorgio e il Sedile; faremo inoltre tappa in altri comuni del Salento per alcune specifiche attività, esperienze ed incontri, come Melpignano, Muro Leccese, Santa Cesarea, Lecce.
Gli allievi che si sono iscritti a questa sesta edizione sono docenti universitari di ambito sociale, dottori di ricerca, dottorandi e studenti universitari e provengono dalla Puglia, dal Lazio, dalla Sardegna, dalla Toscana, dal Molise, dalla Campania.
La Summer School di Arti performative e community care è organizzata e realizzata da EspérO – Spinoff Unisalento per la ricerca applicata nella formazione, in collaborazione con il Comune di Ortelle e il Centro Servizi Interuniversitario per l’innovazione didattica.
Ha il patrocinio di: Dipartimento di Storia Società e Studi sull’Uomo dell’Università del Salento, Parco Naturale Regionale Costa Otranto-S.M. di Leuca e Bosco di Tricase, Provincia di Lecce, Comune di Melpignano, Associazione Borghi Autentici d’Italia, Istituto Professionale Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità alberghiera – “A. Moro”, Santa Cesarea, Fondazione Nazionale Carlo Collodi.


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 24 Giugno 2018

Galatina montato il puntello blocca auto all'entrata della Porta Luce

Montato un puntello blocca auto all'ingresso della Porta Luce,si aziona tramite un telecomando lo possono azionare i vigili urbani significa che e' elettrico ed e' luminoso, la parte superiore ci sono dei led di colore arancione per essere visibile che c'e' l'ostacolo questo sistema e' adottato anche alle grandi citta' e specialmente per salvaguardare i centri storici.