Passa ai contenuti principali

NOTTE DEI RICERCATORI 2017 UNISALENTO APRE LE PORTE ALLA CITTÀ

Due sedi a Lecce, il monastero degli Olivetani (viale San Nicola) e Studium 2000 (via di Valesio, angolo viale San Nicola) pronte per accogliere la città. Tre musei, quello papirologico, lo storico archeologico e il museo diffuso di Cavallino aperti alle visite. Oltre quaranta appuntamenti tutti da scoprire che spaziano tra laboratori, simulazioni, esperimenti e giochi anche per i più piccini. Musica dal vivo con la banda di UniSalento. E l’occasione per conoscere da vicino Contamination Lab, il laboratorio che vuole realizzare progetti di innovazione a vocazione sociale ed imprenditoriale.

Venerdì 29 settembre dalle 18 alle 24 torna a Lecce all’Università del Salento, per il 13esimo anno, la Notte dei ricercatori, l'iniziativa promossa dalla Commissione Europea che coinvolge in contemporanea 52 città italiane, migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei.
Circa 150 ricercatori e ricercatrici di UniSalento, CNR, INFN, IIT e del distretto Dhitech regaleranno per una notte al pubblico gratuitamente la passione per la scienza così come la vivono ogni giorno, raccontandola con parole semplici e attraverso percorsi guidati in un viaggio che dalla preistoria arriverà all’intelligenza artificiale, passando per la biologia marina e l’anatomia umana, fino alla nanotecnologia e le neuroscienze.

“La notte dei ricercatori è una grande occasione non solo per il nostro Ateneo, ma anche per tutta la città di Lecce – dice il rettore di UniSalento, Vincenzo Zara. - È un momento importante di condivisione e scambio tra i ricercatori e la gente. L’Università del Salento apre le porte e dialoga con il territorio in maniera inedita, non cattedratica. Tutti potranno conoscere come lavoriamo, avere risposte dirette e vivere simulazioni ed esperienze di laboratorio. Quella che si realizza ogni anno è una sinergia che ci arricchisce e che mi auguro possa durare più di una notte per diventare l’inizio di un percorso che conduca a dare un senso concreto alla denominazione di ‘Lecce città Universitaria’”.

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa