Passa ai contenuti principali

Galatina Consiglio Comunale 26 settembre 2017 alle ore 16,30

Ai sensi dell’art. 20 dello Statuto Comunale e dell’art. 29 del Regolamento del C.C., il Consiglio Comunale è convocato in seduta ordinaria di 1^ convocazione per il giorno 26 settembre 2017 alle ore 16,30 con continuazione e, occorrendo, in 2^ convocazione per il giorno 27 settembre 2017 alle ore 17,00 con continuazione, per trattare i seguenti argomenti:


  1. Approvazione schema di convenzione per lo svolgimento in forma associata della Segreteria Comunale tra i Comuni di Galatina e Corigliano d’Otranto.
  2. Revisione straordinaria delle partecipazioni ex art. 24 D. Lgs. n. 175/2016, come modificato dal D. Lgs. n. 100/2017 – Ricognizione partecipazioni possedute – Determinazioni.
  3. Approvazione definitiva Documento Programmatico per la Rigenerazione Urbana (DPRU), adottato con deliberazione del C.C. n. 7 del 09/06/2011.
  4. Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari per il triennio 2017-2019 – Delibera Commissario Straordinario n. 43 del 07/02/2012. Modifica.
  5. Piano Attuativo per la realizzazione di Area Commerciale Integrata no-food in contrada Cascioni. Proponente: PANTACOM s.r.l. – Approvazione nuova convenzione in sostituzione di quelle sottoscritte in data 24/04/2013 e 31/05/2017.



Il Presidente del Consiglio Comunale
Dott. Raimondo Valente

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Ottobre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa