Passa ai contenuti principali

COLDIRETTI TARANTO, PIU’ FORMAZIONE E COMUNICAZIONE NELLE CAMPAGNE PER SICUREZZA; INTENSIFICARE PATTUGLIAMENTO CONTRO FURTI AREE VOCATE UVA DA TAVOLA E DA VINO

“Siamo a disposizione per organizzare più formazione e maggiore comunicazione a beneficio degli imprenditori agricoli e del loro personale – ha commentato il Presidente di Coldiretti Taranto, Alfonso Cavallo - in modo da garantire le corrette condizioni di lavoro. Ancora da risolvere la problematica delle visite mediche, un appesantimento che grava sulle imprese agricole pugliesi. Su richiesta di Coldiretti 2 anni fa erano state impostate delle convenzioni con le ASL territoriali di competenza che avrebbero permesso agli operai di sottoporsi alle visite mediche direttamente presso le
aziende sanitarie e Coldiretti sta continuando a lavorare per  concretizzare questa opportunità ancora in discussione, soluzione che potrebbe trovare corpo e sostanza attraverso la collaborazione tra la ASL e l’ente bilaterale”. Intanto, è stato siglato il rinnovo del contratto del lavoro provinciale che “ha visto i sindacati dei lavoratori accogliere responsabilmente – ha spiegato il Direttore di Coldiretti Taranto, Aldo De Sario, nel corso del vertice in Prefettura a Taranto sulla sicurezza nelle campagne - la nostra piattaforma contrattuale, utile a favorire una migliore stabilizzazione occupazionale. In ordine ai risultati del negoziato, lo sforzo profuso in sede di trattativa al fine di creare i necessari spazi di rinnovamento e semplificazione,  oltre ad aver avuto esito positivo, risultano utili al fine dell’allineamento alle effettive necessità delle imprese, pur riconoscendo le legittime istanze alla controparte sindacale per molta parte legate al sistema di protezione sociale dei lavoratori”.
Coldiretti Taranto ha anche chiesto più sicurezza per gli imprenditori agricoli, perché i furti sono praticamente quotidiani Oltre alla perdita di reddito, a rischio è la stessa incolumità degli agricoltori che non è certamente un problema trascurabile. Considerata la gravità del fenomeno, nelle aree della provincia di Taranto a forte vocazione agricola con un patrimonio ingente di uva da tavola e uva da vino di particolare pregio, Coldiretti Taranto ha chiesto sul territorio un intervento per il pattugliamento delle aree più sensibili.

Taranto, 5 settembre 2017


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 25 Novembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa