Passa ai contenuti principali

Tappa a Sud Ovest nel Salento della 4a* edizione del TOUR 2017

Tappa a Sud Ovest nel Salento della 4a* edizione del TOUR 2017
*** GIU' LE MANI DAL NOSTRO MARE ***
Il MoVimento 5 Stelle si conferma in prima linea nella difesa dell’ambiente e del nostro mare questa 4^ edizione del tour sarà dedicata alle criticità ambientali presenti nelle location delle tappe dove i gruppi organizzeranno eventi e banchetti informativi per
sensibilizzare la cittadinanza oltre ad agorà pubbliche nel corso delle quali interverranno i portavoce del Movimento 5 Stelle.
Le tematiche trattate saranno plurime, dai gasdotti alle trivellazioni, dai depuratori alla tutela delle coste, dalla privatizzazione delle spiagge pubbliche alle opere che distruggono paesaggi naturali.

Al largo di Gallipoli oltre 4.000 Km quadrati di mare interessano per la ricerca di idrocarburi e cè già una richiesta avallata dalla VIA che per il momento è "bloccata" da un ricorso al TAR presentato dalla SCHLUNBERGER ITALIANA. UN autentico "MOSTRO"!!! che stravolgerebbe la vocazione turistica del nostro mare.
FERMARLA è un nostro DOVERE!!!!!!
In ogni tappa ci sarà un @INFOPOINT NO ai GASDOTTI ed ai banchetti sarà inoltre possibile sottoscrivere la petizione a tutela dell’acqua dell’invaso del Pertusillo che fornisce acqua potabile a noi pugliesi e che attualmente è messo in pericolo da potenziali contaminazioni di idrocarburi ed altri inquinanti provenienti dalle attività della zona, ad esempio dal Centro Oli Val D’Agri.
* * * * * IL 10 AGOSTO il TOUR sarà a RIVABELLA di Gallipoli * * * * *.
La tappa è organizzata dai gruppi di Gallipoli e Galatone in collaborazione con gli attivisti a 5 stelle di:
GALATINA
CASARANO
ARADEO
MERINE LIZZANELLO
TRICASE
GAGLIANO del CAPO
PARABITA
MAGLIE
TAURISANO
LECCE
CORSANO
PRESICCE
LEVERANO

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 20 Ottobre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa