Passa ai contenuti principali

Nardo' La Giunta Mellone approva il Piano di Lottizzazione della Sarparea.

L'associazione politico culturale Nardò Bene Comune, che ha aderito al comitato sin dalla costituzione, chiede le dimissioni dell'assessore all'Ambiente Tutto è compiuto: cade la maschera all'amministrazione “ambientalista”. Dopo aver autorizzato lo sversamento dei reflui di Porto Cesareo nel mare di Nardò senza nemmeno “contrattare” l'allargamento dell'Area Marina Protetta al mare di Portoselvaggio, la giunta Mellone approva anche il piano di lottizzazione della Sarparea. Si tenta, per l'ennesima volta, di far passare come un grande successo quello che è, nella realtà dei fatti, un colossale fallimento di visione e strategia del territorio.

Figura priva di qualsiasi ruolo di garanzia per il mondo ambientalista è risultata quella dell'assessore all'ambiente Graziano de Tuglie. Dopo anni di battaglie a spada tratta come oppositore, si è reso poi colpevolmente silente da amministratore, fino al triste e significativo epilogo della sua assenza alla votazione che ha approvato il piano di lottizzazione.

L'Assessore de Tuglie ha mostrato la sua inadeguatezza a rappresentare il suo elettorato che lo aveva premiato proprio per la sua storia personale e che oggi si sente tradito. L'amministrazione Mellone ha dimostrato in più occasioni che la coerenza non vale quanto le agognate poltrone, ma maturità politica e onestà verso l'elettorato imporrebbero oggi all'assessore all'Ambiente immediate e irrevocabili dimissioni.

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata