Passa ai contenuti principali

Nardo' 1° Calcio balilla umano” piazza Salandra: 5-6-7 settembre

Un evento innovativo e divertente: a Nardò arriva il “1° Calcio balilla umano”! In piazza Salandra, nel cuore
del centro storico neretino, verrà allestito un campo da gioco nei giorni 5, 6 ed eventualmente (a seconda del numero
delle squadre iscritte) 7 settembre 2017. Come il biliardino simulava una partita di calcio, il calcio balilla
umano simula una partita di biliardino: il campo è attraversato trasversalmente dalle stecche e i giocatori
dovranno tenersi saldamente aggrappati ad esse, con l'obbligo di non staccare mai le mani. Si giocherà
con una
palla in gomma e non sarà previsto contatto fisico.
Si prevedono due distinte fasce d’età: senior (dai 16 anni compiuti in su) e under (da un minimo di 10 anni compiuti
ad un massimo di 15 anni). Le squadre possono essere liberamente composte da soli uomini, sole donne o
miste. Il numero delle squadre partecipanti è stabilito in un massimo di 32, ognuna composta da un massimo di 8
giocatori. Ogni squadra può avere in campo 6 giocatori. Il termine ultimo per le iscrizioni è fissato per il 28
agosto 2017; per info, regolamento e modulo di adesione: 340/7874258 (Tony) e 329/0386305 (Lorenzo).
Tanti premi per tutti! Trofeo e cena offerta alla squadra prima classificata, premio di partecipazione per tutte le
squadre iscritte, gadget e magliette da gioco (che resteranno ai partecipanti come ricordo della manifestazione)
per ogni singolo giocatore.
Il “1° Calcio balilla umano” è organizzato da Asc (Associazioni sportive confederate) in collaborazione con
Antonio Tondo (consigliere comunale delegato allo Sport), l’associazione “J Nardò Bianconera” del presidente
Tony De Paola e del vice presidente Tiziano De Pirro, e il giornalista Lorenzo Falangone. L’evento è patrocinato

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata