Passa ai contenuti principali

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata
illuminazione, realizzando un percorso integrato visivo, si potrebbe pensare anche di realizzare dei percorsi in “notturna” e ampliare l’offerta culturale gallipolina.
Visto che si sta pensando ad un provvedimento urgente per illuminare la litoranea per questioni di sicurezza e di ordine pubblico, perché non pensare di far splendere anche di sera il tratto della spiaggia della Purità? Riteniamo sia opportuno renderla completamente fruibile anche nelle ore serali, non solo nell’ottica di un miglioramento o della valorizzazione di un bene naturale ma anche perché uno spazio più curato funge da attrattore per i turisti e i gallipolini con un inevitabile riscontro positivo da parte delle attività produttive presenti nella zona. Quel tratto, con quella vista lungo le mura vecchie della città, appare in tutte le immagini che ritraggono gli scorci più suggestivi di Gallipoli però solo al tramonto, invece quella spiaggia, quel panorama, sarebbe da fotografare anche al chiaro di luna perché l’illuminazione renderebbe unica un’insolita e unica atmosfera notturna ”.


Paolo Demitri

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa