Passa ai contenuti principali

FOGGIA: DONNO (M5S) NO A PASSERELLE ISTITUZIONALI SI ASCOLTINO ANCHE LE OPPOSIZIONI

Lecce, 10 agosto "Ci troviamo davanti all'ennesimo omicidio di stampo mafioso avvenuto nel Gargano, dove ancora una volta i cittadini sono vittime inconsapevoli di azioni criminali e mafiose" lo afferma in una nota la senatrice del M5s Daniela Donno, vicepresidente della commissione Diritti umani.
"Questi episodi devono essere debellati al più presto - prosegue la senatrice - ed è necessario puntare i riflettori delle istituzioni sulla nostra terra in maniera seria e decisiva. Siamo stanchi delle solite passerelle di ministri ed esponenti del governo che vengono sul territorio a proclamare tante belle intenzioni, ma di fatto non concludono nulla, e poi quando ritornano a Roma nulla cambia"

"Il ministro Minniti, che oggi è a Foggia, ascolti non soltanto le forze dell'ordine e non soltanto i sindaci ma anche le forze di opposizione come il MoVimento 5 Stelle che tutti i giorni si impegnano sul territorio - prosegue Donno -. Lo sa bene la nostra consigliera regionale Rosa Barone, Presidente della Commissione regionale di Studio e d'Inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata in Puglia, che lotta ogni giorno per la tutela della legalità, specie in quelle zone pugliesi dove più si è radicato il fenomeno mafioso. I cittadini pugliesi meritano più rispetto e tutela".



Daniela Donno
Vice Presidente Commissione Diritti Umani
9ª Commissione: Agricoltura e produzione agroalimentare
MoVimento 5 Stelle ★★★★★ - Senato della Repubblica

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 15 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata