Passa ai contenuti principali

FOGGIA: DONNO (M5S) NO A PASSERELLE ISTITUZIONALI SI ASCOLTINO ANCHE LE OPPOSIZIONI

Lecce, 10 agosto "Ci troviamo davanti all'ennesimo omicidio di stampo mafioso avvenuto nel Gargano, dove ancora una volta i cittadini sono vittime inconsapevoli di azioni criminali e mafiose" lo afferma in una nota la senatrice del M5s Daniela Donno, vicepresidente della commissione Diritti umani.
"Questi episodi devono essere debellati al più presto - prosegue la senatrice - ed è necessario puntare i riflettori delle istituzioni sulla nostra terra in maniera seria e decisiva. Siamo stanchi delle solite passerelle di ministri ed esponenti del governo che vengono sul territorio a proclamare tante belle intenzioni, ma di fatto non concludono nulla, e poi quando ritornano a Roma nulla cambia"

"Il ministro Minniti, che oggi è a Foggia, ascolti non soltanto le forze dell'ordine e non soltanto i sindaci ma anche le forze di opposizione come il MoVimento 5 Stelle che tutti i giorni si impegnano sul territorio - prosegue Donno -. Lo sa bene la nostra consigliera regionale Rosa Barone, Presidente della Commissione regionale di Studio e d'Inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata in Puglia, che lotta ogni giorno per la tutela della legalità, specie in quelle zone pugliesi dove più si è radicato il fenomeno mafioso. I cittadini pugliesi meritano più rispetto e tutela".



Daniela Donno
Vice Presidente Commissione Diritti Umani
9ª Commissione: Agricoltura e produzione agroalimentare
MoVimento 5 Stelle ★★★★★ - Senato della Repubblica

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 17 Agosto 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa