Passa ai contenuti principali

Cutrofiano Festival Terre di Kutra Raphael Gualazzi Piano solo Love Life Peace Tour

Cutrofiano, terra della della Grecìa Salentina, cittadina dal patrimonio architettonico-storico di immenso valore, è il luogo dove si organizza l’edizione “ZERO” del Festival Terre di Kutra, ospitando domenica 3 settembre (inizio ore 21, piazza Municipio)
uno tra i più creativi artisti italiani – e non solo – degli ultimi anni: Raphael Gualazzi, capace di coniugare la migliore vena poetica cantautoriale con la tradizione jazz, che il trentacinquenne musicista e cantante di Urbino padroneggia con decisa competenza, tanto da essere la punta di diamante di diversi festival internazionali di musica in mezzo mondo.
Raphael Gualazzi sarà la punta di diamante di una serata che si annuncia ricca di sorprese e di altri importanti ospiti.
Gualazzi è il giusto emblema dell’evento, perché portavoce del sound Made in Italy nel mondo, così come il Festival Terre di Kutra si candida a essere la rassegna artistica idonea a dare voce al patrimonio culturale cutrofianese.
Il background di Gualazzi è di quelli importanti, perché parte dalla musica classica approfondita con gli studi accademici presso il conservatorio Rossini di Pesaro, fino alla sua passione per il jazz e il blues che si concretizza con il suo disco Piano Jazz pubblicato con sincera fortuna in Francia, dove riscosse successo di pubblico e di critica che lo portò sulle scene di alcuni tra i festival internazionali più importanti. Il resto è storia ben nota: dalla Sugar di Caterina Caselli alla sua presenza in numerosi programmi televisivi – non solo nazionali -, fino a giungere al suo ultimo e fresco lavoro discografico Love Life Peace, il cui successo era già prescritto.
L’evento sarà presentato da Alceste Ayroldi, musicologo, docente e critico musicale.
Prevendite a partire da lunedì 21 agosto sul circuito bookingshow.it

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 25 Novembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa