Passa ai contenuti principali

Copertino Andare Oltre è forza di governo

Le polemiche sollevate da Articolo Uno rispondono evidentemente ai dicktat provinciale, dettati da chi è preoccupato per la crescita, in tutta la regione Salento e anche a Copertino, del movimento Andare Oltre, che fa riferimento al sindaco di Nardò, Pippi Mellone.
Nella nostra città, in particolare, questi personaggi, fanno come i prestigiatori: tentano di spostare l'attenzione per nascondere i fallimenti amministrativi a Copertino.


Subalterni al governo della Schito al punto da non vedere gli innumerevoli problemi che gravano sulla nostra città, tentano di spostare l'attenzione sulle nostre case al mare, presso il territorio di Nardò.
Praticamente Vincenzo Nobile guarda la pagliuzza nell'occhio dei fratelli neretini e non vede la trave nel proprio.
Eppure è innegabile che, dopo decenni di disattenzione, incuria disinteresse da parte delle amministrazioni “amiche” a Nobile & Co., ora finalmente si respira un'aria nuova. C'è attenzione per il territorio, con interventi come i parcheggi e l'arredo urbano, e, soprattutto, c'è programmazione.
Qualcosa che a Sant'Isidoro non si era mai vista!
I cittadini di Copertino che hanno casa a Sant'Isidoro hanno, finalmente, un punto di riferimento concreto nell'amministrazione di Nardò, che affronta i problemi e li risolve con attenzione e pragmatismo, spendendosi per l'inclusione sociale, la giustizia e l'uguaglianza tra i cittadini, il razionale rispetto dell'ambiente. Temi e modalità di governo che porteremo anche noi a Copertino, nel più breve tempo possibile, com'è successo a Lecce, Nardò e Galatina, dove Andare Oltre è forza di governo.


  Andare Oltre Copertino

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 25 Novembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa