Passa ai contenuti principali

Andare Oltre sveglia gli animi del Salento

L'onda cristallina di Andare Oltre sveglia gli animi del Salento in un crescendo di adesioni.
Affianco alla sezione storica di Nardò il movimento cresce a Lecce e Galatina, con l'affermazione alla guida della città, ma anche in tutta la regione Salento si moltiplicano le adesioni. 

“Oggi – dice Pippi Mellone, leader del movimento – questo fermento, questa turbopolitica, che sta accelerando superando sigle di partito (spesso vuote e a volte funzionali a singoli politici di mestiere, che usano idee e simboli come taxi) ha bisogno di superare la fase dello spontaneismo. Per questo abbiamo dato vita ad un coordinamento provinciale”.
Andare Oltre si struttura per rappresentare quei cittadini che, con una logica in trasversale e non legata alla dicotomia destra-sinistra, hanno voglia di fare e di liberare le città ed i paesi da sistemi di potere consolidati.

Il movimento civico esporta la sua anima di comunità militante, di forza che supera a piè pari la barbarie del populismo, della xenofobia e dell'opportunismo, mettendo al centro le cose da fare, la tutela del territorio e dell'ambiente, la solidarietà sociale.
Di fronte alla crisi delle idee,  ad una classe politica usurata, di fronte alla crisi di costumi, Andare Oltre “lancia la propria sfida alle stelle”, e, libera da condizionamenti ideologici, si apre a quanti non si arrendono, sognano un futuro diverso ed hanno una visione diversa per la nostra terra, con un solo monito, che è lo stesso del 2012, quando Andare Oltre nacque a Nardò: “si astengano opportunisti e responsabili dei disastri”.
Coordinatore provinciale sarà Giancarlo Erroi, già vicesindaco di Leverano.
Del direttivo provinciale fanno parte: Alessio Prastano, Antonio Perrone, Antonio Ruggeri, Antonio Tondo, Cristina Dettù, Eleonora Colazzo, Erika Errico, Gianluca Fedele, Ettore Tollemeto, Luigi Maritati, Ivan Sergi, Maria Grazia Sodero, Massimo Fragola, Pierantonio De Matteis, Vincenza Villani Miglietta

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata